Studenti e trasporti. Arrivano i maxi rimborsi sugli abbonamenti per autobus e treni

Investimento da due milioni per i ragazzi della Città metropolitana. Bonus back del 40 o del 50% a seconda delle aree di provenienza. Esclusi i residenti di Firenze che hanno agevolazioni loro dedicate. .

Studenti e trasporti. Arrivano i maxi rimborsi sugli abbonamenti per autobus e treni

Studenti e trasporti. Arrivano i maxi rimborsi sugli abbonamenti per autobus e treni

Gli studenti delle superiori della Città metropolitana di Firenze possono tirare un sospiro di sollievo. Non sono considerati di Serie B e l’iniziativa di incentivi per il tpl, con un investimento di due milioni di euro, lo dimostra. Arriva infatti il Bonusback tpl studenti che prevederà un rimborso sul modello del cash back al 40% del costo del titolo di viaggio acquistato dall’abbonato per tutti i Comuni dell’area metropolitana eccetto Firenze e del 50% nei Comuni dell’Alto Mugello (Firenzuola, Marradi e Palazzuolo sul Senio), ovvero i territori colpiti recentemente dall’alluvione e dal terremoto. I residenti a Firenze hanno già agevolazioni dedicate, se includiamo il capoluogo e tutti gli altri territori i ragazzi coinvolti saranno ben 43.490 tanto che, come evidenziato dal sindaco della Città metropolitana Dario Nardella, si tratta "della più grande iniziativa mai fatta prima di ora di promozione del trasporto pubblico locale". Gli studenti potranno quindi usare il tpl a prezzi convenienti e ora, ha precisato Nardella, "è Autolinee Toscane", gestore unico del tpl su gomma in Toscana, che deve "migliorare il servizio".

Sì, perché qualche passo avanti negli ultimi mesi è stato fatto ma "c’è ancora strada da fare", ha dichiarato il sindaco. Qualche informazione importante sulle agevolazioni. Per accedere alla promozione basterà collegarsi alla home page del sito della Città metropolitana, cliccare sull’icona ‘Bonusback tpl studenti’ e compilare il modulo di richiesta: l’accesso sarà consentito tramite Spid o Cie. Il rimborso si avrà per queste tipologie: abbonamenti autobus urbani e extraurbani annuali (10 mesi-12 mesi); abbonamenti autobus urbani e extraurbani trimestrali; Pegaso annuale (che integra servizio bus e treni); abbonamenti Trenitalia annuali. Non varrà per i ‘mensili’. Il titolo deve esser stato acquistato dopo il 1° agosto. Alcuni esempi sulle tariffe. L’abbonamento At annuale urbano per studenti che paga un residente a Scandicci è di 278 euro mentre quello di un residente a Firenzuola è di 661 euro. Il Pegaso da Marradi a Firenze ha un costo annuale di 1082,10 euro. La richiesta di rimborso potrà essere effettuata dall’1 al 30 novembre sul sito web della Città metropolitana: in caso di esito positivo delle verifiche sarà effettuato un bonifico - dal dicembre 2023 al febbraio 2024 - con il dovuto rimborso sull’Iban indicato in fase di compilazione. Secondo Nardella si tratta di "un grande incoraggiamento a utilizzare i mezzi pubblici e favore di quel modello di vita sostenibile che è un obiettivo primario della nostra visione di città".

"Realizziamo uno straordinario piano di trasporto pubblico locale – ha spiegato Francesco Casini, consigliere alla mobilità della Città metropolitana di Firenze - con un contributo estremamente importante per gli studenti del territorio metropolitano fiorentino e le loro famiglie. Allo stesso tempo, promuovendo la cultura del trasporto pubblico, si disincentiva l’uso dell’auto privata e si riducono le emissioni, con vantaggi per l’ambiente e la salute di tutti i cittadini".

Niccolò Gramigni