DIMANUELA PLASTINA
Cronaca

Stroncato da un infarto a 43 anni. Incisa piange il suo Gianni Somigli

Un malore fatale nella casa di Monte San Savino. Il Valdarno piange un amico appassionato di tatuaggi, scrittura e natura.

Stroncato da un infarto a 43 anni. Incisa piange il suo Gianni Somigli

Stroncato da un infarto a 43 anni. Incisa piange il suo Gianni Somigli

di Manuela Plastina

La notizia della morte di Gianni Somigli ha fatto il giro del Valdarno nel giro di poche ore. Il suo cuore si è fermato all’improvviso, strappando alla sua famiglia un uomo di soli 43 anni. Vani i tentativi di salvarlo: i soccorsi chiamati alle 2 di notte nella casa di Monte San Savino dove viveva da tempo con la sua inseparabile e amata Claudia, sono arrivati subito.

Hanno provato anche a portarlo con l’elisoccorso all’ospedale di Arezzo. Ma purtroppo non c’è arrivato vivo.

La sua Incisa, dove è nato e cresciuto e dove ha giocato e allenato suo padre Eugenio, personaggio conosciuto e molto ben voluto in zona, è rimasta letteralmente senza parole. Quelle parole che proprio Gianni invece ha donato agli altri per tutta la sua vita.

Di professione era un tatuatore. Anzi, un "tatuastorie", come lo definisce la sua amica e cliente Jessica. Aveva una vera passione per il suo mestiere e le sedute di tatuaggio con lui diventando momento di condivisione e di arte. Ma aveva anche una grande passione per le parole e per la scrittura. Da qualche anno collaborava con il periodico "Valdarnoggi" curando una rubrica chiamata "Punto G", dall’iniziale del suo nome, in cui commentava le vicende valdarnesi secondo il suo punto di vista.

Si esprimeva disegnando e scrivendo, autore di alcuni libri di cui uno, "Il gioco del giorno" ha vinto la terza edizione di Petrarca.FIV nella sezione degli scrittori locali.

Gianni Somigli amava anche disegnare, cucinare, coltivare, camminare nei boschi e vivere nella natura con la sua "Claudina" alla quale è toccato dare l’annuncio sui social della terribile perdita. Social che in poco tempo si sono riempiti di messaggi carichi di dolore.

Da oggi la salma sarà alla cappella del cimitero di Incisa; lunedì alle 15 alla chiesa del Vivaio il funerale per l’ultimo saluto a Gianni.