Bo Derek e il compagno John Corbett (Foto Marco Mori / New Press Photo)

Firenze, 6 settembre 2018 -  Continua a preferire la solidarietà diretta, la partecipazione rispetto alla delega. Crede, forse, che nessuno ne meriti una in bianco di delega, e il regalo della nostra distrazione. E’ iniziato  ieri sera l’evento che durerà ben cinque giorni in giro per l’Italia: la Celebrity Fight Night in Italy ideata da Andrea Bocelli. Morgan Freeman, Richard Gere, Catherine Deneuve, Carla Fracci sono gli invitati d’eccezione, e saranno guest della serata all’Arena di Verona l’8 settembre. Sarà la serata culmine di questo viaggio nella solidarità intitolata «La notte di Andrea Bocelli», cioè un grande concerto presentato da Milly Carlucci, trasmesso su Rai Uno il giorno dopo.

Una serata speciale al Four Seasons che di cose nella vita ne ha viste: ma duecento persone, chiamate ‘donatori filantropi’ perché sostengono con enorme generosità l’Andrea Bocelli Foundation e il Mohammad Ali Parkinson Center, così tutte insieme, no. E per di più arrivate a Firenze dagli States con un volo atterrato a Pisa e traferite nel Palazzo della Gherardesca. Un cocktail speciale, una cena nel giardino all’italiana addobbato stile Via col Vento: due lunghe altalene, i fiori. Bella come tutti la ricordano anche Bo Derek che si lascia tentare dal dondolo: con lei un attore fantastico come John Corbett protagonista de «Il mio grosso grasso matrimonio greco»; e Lola Astanova, pianista coi tacchi a spillo. Veronica Bocelli fa gli onori di casa in modo soft e gentile: Andrea sta lavorando allo spettacolo di Verona. Fra i tanti i ospiti Maria Manetti Shrem, mecenate fiorentina che da anni vive negli Usa, alla quale è stato intitolato anche un museo. Artisti come Foster David, vincitore di Grammy; Reba McEntire, regina del country. E ancora con Katharine McPhee cantante attrice oltre al compositore Smitty. Apprezzate le squisitezze italian style come la burrata e vini come il San Pietro Gavi.

Una cena con molte sorprese offerta da Vhernier e dalla maison orafa Fratelli Piccini di Firenze che già al momento del cocktail hanno dato la possibilità di indossare la collezione Vhernier Anniversary in anteprima mondiale tra le note di Lola Astanova e Brian McKnight.

A Firenze il preludio di questo ‘benefit trip’, con la possibilità per i filantropi donatori di vivere un’esperienza unica nei luoghi iconici d’Italia. Tavole tonde imbandite inseguono mutazioni cromatiche del pastello. Un percorso sulla ghiaia crea l’atmosfera per arrivare al Conventino dove è  possibile vedere la Cupola del Duomo, tra le performance di Pia Toscano e Melissa Peterman. Poi la Celebrity con i suoi ospiti si sposterà a Porto Venere. E venerdì sarà di ritorno a Firenze. Destinazione: Villa le Rose, dimora rinascimentale di Leonardo Ferragamo. E domenica 9 chiusura in due tappe: a Palazzo Pucci e poi a Palazzo Pitti con cena offerta da Stefano Ricci e dall’Antico Setificio Fiorentino. Un’occasione di visibilità e di disciplina silenziosa anche per i divi. E’ così Andrea Bocelli che esce illeso da un quarto di secolo di fama: e si ricorda, con Veronica, del mondo e degli ultimi.