Guardia di finanza (Foto archivio)
Guardia di finanza (Foto archivio)

Firenze, 12 ottobre 2018 - Una coppia fiorentina si aggirava a San Vincenzo (Livorno), nella zona della piana, con fare sospetto ma è stata bloccata dai militari della Guardia di Finanza che ha subito ipotizzato che fossero spacciatori in 'trasferta'. Un uomo e una donna, rispettivamente di 37 e 40 anni, sono stati arrestati dai finanzieri della compagnia di Piombino al termine di un controllo eseguito con l'intervento delle unità cinofile antidroga e proseguito con una perquisizione nell'appartamento di dimora della coppia.

Prima delle ricerche domiciliari l'uomo ha provato a consegnare spontaneamente tre barattoli di vetro occultati all'interno di un mobile del soggiorno con tre diversi tipi di marijuana, contrassegnati dalle etichette 'Lemon', 'Amg Haze' e 'So Mango', per un peso complessivo di 30 grammi. All'ulteriore richiesta di consegnare altre sostanze stupefacenti eventualmente detenute l'uomo ha risposto con fermezza di aver consegnato tutto quanto in suo possesso.

La successiva perquisizione dell'abitazione lo ha smentito: le Fiamme Gialle hanno infatti individuato e sequestrato, occultati in un comodino e in una cassettiera nella camera da letto, 6 etti di hashish, divisi in 4 panetti e 28 pezzi già tagliati e singolarmente confezionati nonché un bilancino di precisione, due coltelli e un tagliere con evidenti tracce di cannabis, oltre a contanti per 4.000 euro, ossia il ricavato di precedenti cessioni di stupefacenti. Informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno, è stata applicata nei confronti dei due la misura degli arresti domiciliari, stante la flagranza dello spaccio di droga. L'arresto è stato poi convalidato dal Gip che ha disposto la detenzione domiciliare dei due trafficanti a Firenze, presso la residenza dell'uomo.