Scuola (foto di repertorio)
Scuola (foto di repertorio)

Firenze, 14 gennaio 2022 - “La prima settimana si sta chiudendo e, pur con tutte le difficoltà, possiamo dire che per ora le più fosche previsioni di una Dad generalizzata non si stanno per fortuna verificando. Siamo riusciti a fare scuola e è non poco”. Marco Menicatti, dirigente del comprensivo Barsanti, fotografa con un pizzico di ottimismo la situazione dei suoi plessi. Gli studenti stanno frequentando con orario ridotto, “ed oggi faremo il punto per vedere come proseguire la prossima settimana”, specifica il preside. “Si va avanti giorno per giorno - aggiunge -. Ancora, l’ondata di piena di assenze non c’è. E se, come sembra, il trend dei contagi dovesse davvero essere in calo, allora un piccolissimo sospiro di sollievo possiamo tirarlo”.

Le assenze dei docenti si confermano in media intorno al 10%. Studenti in Dad? 4-5 per classe. Insomma, un trend stabile. Perlopiù, fanno sapere i dirigenti, “si tratta del risultato dei contagi natalizi e non di positività emerse dopo la riapertura delle scuole”. I supplenti continuano ad essere “introvabili”. Nelle graduatorie d’istituto ci sono “tantissimi docenti del sud, che certo non vengono a Firenze per una supplenza la cui durata è un punto interrogativo”. “Se avessimo mano libera sulle ‘messe a disposizione’ tutto sarebbe più semplice”, osserva Menicatti.

Anche dall’Flc-Cgil, come dice Emanuele Rossi, segretario provinciale, “non notiamo cambiamenti della situazione”. “Le assenze dei docenti oscillano tra il 10 e il 20% e, come sempre, le scuole fanno i miracoli, nonostante i diversi nodi da sciogliere, in primis quello legato al ritorno degli ex positivi - dice Rossi -. I presidi ormai si accontentano del tampone negativo perchè un’ulteriore documentazione è impossibile da ricevere. Nessuno però dal Miur ha messo nero su bianco che si tratta della giusta procedura”. Sia dall’Itt Marco Polo che dall’Iiss Peano arrivano notizie di “una tendenza alla riduzione delle assenze, sia per i prof che per gli alunni”. “Da ieri pomeriggio pare che le segnalazioni stiano diminuendo - dice la preside del Peano, Maria Centonze -. Al momento ho il 15% di insegnanti assenti. I ragazzi in Dad sono un centinaio”. Non mancano una classe totalmente in Dad, sei classi con “un unico caso di positività” e quindi con i ragazzi che frequentano, sì, ma rigorosamente con le Ffp2 e tre classi in cui i casi sono due. “Metà degli studenti seguono da casa mentre metà in presenza. Ogni mattina verifichiamo i requisiti dei ragazzi”, specifica la preside.

Ricordiamo a tal proposito quali sono le nuove regole per le secondarie:

- Con un caso di positività sono previsti l’auto-sorveglianza e l’uso, in aula, delle mascherine Ffp2;

- Con due casi è prevista la dad per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo; per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’auto-sorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe;

- Con tre casi nella stessa classe è prevista la Dad per dieci giorni.