Pallone in rete (foto di repertorio)
Pallone in rete (foto di repertorio)

Firenze, 18 marzo 2019 - Coro unanime di sdegno e vergogna per la rissa tra genitori avvenuta durante una partita di bambini. E' accaduto a Firenze, durante la sfida degli Esordienti tra Affrico e Cattolica Virtus. Due squadre che sul campo stanno disputando un'ottima stagione. Due gruppi di ragazzi ottimi. Peccato che a sciupare tutto siano stati i genitori dei giocatori dei due team, protagonisti di una zuffa nel weekend appena trascorso. Si tratta di ragazzi di 13 anni, classe 2006. 

Zuffa che ha costretto l'arbitro a sospendere il match. Si è levato, in un lunedì di polemiche e di amarezza, un coro di indignazione generale a livello nazionale. Il caso è stato trattato, lunedì mattina, anche da RadioRai, nel consueto approfondimento calcistico. 

«Sono preoccupatissimo per qual che accade sui campi del settore giovanile - dice il capo degli arbitri Marcello Nicchi durante la trasmissione - Ieri ad Affrico (Firenze, ndr), di fronte a Giovanni Galli, è accaduto un episodio increscioso: genitori che si azzuffano in una partita di calcio a nove, categoria giovanissimi. Partita ovviamente sospesa. I ragazzini chiedevano di mandare via i genitori, pur di lasciarli giocare». Proprio il campionissimo Giovanni Galli ha assistito alla deprecabile scena, lui che è responsabile del settore giovanile dell'Affrico. 

Adesso si pensa a come rimediare a questa figuraccia che travalica i confini fiorentini e diventa appunto nazionale. Entrambe le società stanno pensando a incontri con educatori per i genitori irrequieti.