Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Presunte violenze dei carabinieri, "Le ragazze interrogate non si sono contraddette"

L'approfondita indagine dei magistrati e della polizia

Ultimo aggiornamento il 8 settembre 2017 alle 15:02
Il piazzale Michelangelo, dove le due ragazze sarebbero state abbordate

Firenze, 8 settembre 2017 - Le due ragazze che accusano due carabinieri di averle violentate "sono state ripetutamente interrogate separatamente ma non sono mai cadute in contraddizione". Questo emerge dagli investigatori che indagano sul caso del presunto stupro. Le studentesse, che hanno 19 e 21 anni, sono state ripetutamente sentite dai magistrati e dagli uomini della Squadra Mobile di Firenze. Sono state ascoltate anche in due stanze separate, per capire se potessero cadere in contraddizione.

Cosa che non sarebbe avvenuta. L'iscrizione sul registro degli indagati, che potrebbe apparire burocraticamente come un 'atto dovuto', giunge, in realtà al termine di un serratissimo lavoro tra investigatori e magistratura. Da qui, la formalizzazione delle accuse ai due militari. 

Serratissimo il lavoro della squadra mobile fiorentina che non sta tralasciando il minimo dettaglio per accertare cosa sia realmente accaduto nell'androne e nell'ascensore del palazzo in pieno centro storico dove le americane avevano affittato un appartamento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.