Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
19 giu 2022

"Pitti è indispensabile per la moda mondiale". L’ad Napoleone tira le somme di un trionfo

"Non è stata solo una ripartenza, ma una vera e propria accelerazione". Dall’anno scorso gli espositori sono più che raddoppiati

19 giu 2022
eva desiderio
Cronaca
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers
Pitti si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers

Firenze, 19 giugno 2022 - "Pitti Uomo 102 si è chiuso con un pieno di energia e di vitalità. E questo è un risultato confortante che ci dà fiducia", racconta Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, commentando i risultati finali del salone internazionale per la moda maschile che si è chiuso ieri in Fortezza da Basso con oltre 10.600 presenze di buyers, di cui 4.200 da una settantina di paesi esteri, il 40% del totale. Un risultato in cui tutto il mondo del fashion sperava dopo i travagli e le chiusure delle fiere per la pandemia e di recente dopo la paura per la guerra in Ucraina e il nuovo lockdown cinese. Perché la fiera fiorentina è la prima della stagione estiva, viene prima delle sfilate uomo a Milano e della fashion week maschile di Parigi che diventa a ogni edizione più autorevole. Aver rimarcato che Firenze resta la capitale mondiale della moda maschile è un fatto molto importante e prestigioso. I 15 mercati esteri più presenti a Pitti Immagine Uomo 102 sono stati: Germania, Olanda, Gran Bretagna, Spagna, Turchia, Francia, Stati Uniti, Svizzera, Belgio, Austria, Polonia, Corea del Sud, Danimarca, Giappone, Grecia. Dottor Napoleone, siamo proprio ripartiti con questo Pitti Uomo 102? "Io non parlerei di ripartenza ma di una vera accelerazione. Già a giugno 2021 dopo la pandemia avevamo ricominciato dal vivo con 300 espositori, poi a gennaio scorso erano 548, ora sono stati 682. Una progressione molto positiva in accelerata di una situazione favorevole che anche le esportazioni del settore confermano". Ci può dare un po’ di dati? "Secondo Confindustria Moda nel 2021 le nostre esportazioni sono arrivate a 7,2 miliardi contro i 7,9 miliardi del 2019. Uno scarto non troppo rilevante. I primi due mesi di questo 2022 fanno segnare la svolta in positivo: gli Stati ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?