Un'auto della polizia
Un'auto della polizia

Firenze, 23 gennaio 2020 - Temendo di dover pagare per effettuare il parto cesareo è fuggita dall'ospedale. Per fortuna forze dell'ordine e 118 sono riusciti a rintracciarla: era importante, per la salute sua e del bambino, che fosse monitorata. Il parto cesareo si è svolto poi regolarmente. E' accaduto a Firenze. I problemi sarebbero nati da una incomprensione linguistica.

La donna è originaria dell'Est. E credendo di dovere dei soldi per il parto (e non avendone) si è allontanata con il compagno. Di quanto è accaduto si sono subito accorti i medici, che hanno chiamato la polizia. La donna è stata rintracciata dagli agenti in un albergo alla periferia della città. Con la polizia anche gli operatori del 118. La donna ha acconsentito a tornare all'ospedale dopo che gli è stato spiegato che non avrebbe dovuto pagare. 

Una volta arrivata però, forse temendo ancora di dover pagare, ha firmato le dimissioni e si è allontanata, dicendo ai poliziotti che si sarebbe imbarcata su un volo per il suo paese d'origine, e mostrando anche a loro i biglietti aerei. Poi il ripensamento e il ricovero in ospedale, dove secondo quanto appreso avrebbe poi partorito il suo bambino in condizioni di sicurezza.