Firenze, 25 luglio 2018 - E' stato un passante a scoprire che un parroco di Calenzano, don Paolo Glaentzer, 70 anni, della dicoesi di Sabina Poggio Mirteto con incarico nella parrocchia calenzanese della diocesi di Firenze, era in auto con una bambina di sera tardi, nel parcheggio di un supermercato. Ed è stato proprio il passante a scoprire che costa stava accadendo, chiamando i carabinieri. E' sotto choc la provincia di Firenze per il caso che coinvolge il sacerdote, ora accusato di violenza sessuale aggravata dopo l'interrogatorio. 

I carabinieri hanno portato via il parroco, sottraendolo a una piccola folla che si era radunata nel parcheggio. Il religioso durante l'interrogatorio avrebbe confessato che si sarebbe appartato più di una volta con la bimba, che era seguita dagli assistenti sociali.

Vista l'età avanzata del sacerdote, la Procura di Prato, che coordina le indagini, ha disposto gli arresti domiciliari. I carabinieri stanno conducendo le indagini anche per accertare se altre giovani vittime siano state molestate o abusate dal parroco.

Il sacerdote arrestato è difeso dagli avvocati Filippo Bellegamba e Valeria Fontana.

Quella di lunedì scorso per il prete sorpreso in auto con la bambina non sarebbe stata la prima volta. Lo avrebbe confessato durante l'interrogatorio in Procura a Prato. Giovedì mattina il prete comparirà davanti al gip di Prato, Francesco Pallini, per l'interrogatorio di convalida.