Firenze, 17 gennaio 2017 - Un repellente per zanzare di derivazione naturale e particolarmente resistente. E' il progetto al quale sta lavorando Osmes, spin-off dell'Università di Firenze, che ha dato la notizia. Un esempio di come le competenze maturate nei laboratori universitari possano portare ad applicazioni pratiche e alla creazione di lavoro.

"Osmes ha come obbiettivo - spiega Imma Iovinella - il trasferimernto delle nostre competenze sui meccanismi dell'olfatto in soluzioni in diversi ambiti. Attualmente ci stiamo occupando di un repellente per zanzare, derivato di un repellente naturale, che è stato modificato chimicamente in modo che abbia caratteristiche particolari. Queste modifiche hanno permesso di ottenere una molecola poco volatile, quindi più persistente sulal pelle: così la si può usare in soluzioni a concentrazioni molto inferiori ai repellenti commerciali, che di solito si aggirano sul 20%. Questo repellente è stato sviluppato insieme a un'azienda italiana con la quale abbiamo sviluppato una partnership che si occuperà delle prove di tossicità, della registrazione come presidio medico-chirurgico e dello sfruttamento commerciale del prodotto. Speriamo di vederlo sugli scaffali entro un anno".