I cinque cerchi olimpici
I cinque cerchi olimpici

Firenze, 11 settembre 2019 - “Sposiamo in pieno l'iniziativa del sindaco metropolitano Dario Nardella per proporre la candidatura di Firenze e Bologna per le Olimpiadi 2032”. Così si esprimono i sindaci del Mugello dopo l'annuncio fatto dal sindaco Nardella. “Condividiamo, sosteniamo e ci rendiamo disponibili a contribuire all'ipotesi di candidatura con le attività e le opportunità che il Mugello presenta ed è in grado di offrire: il lago di Bilancino, per cominciare, adatto a ospitare gli sport acquatici come la canoa; il territorio tutto come distretto cicloturistico con le sue salite impegnative e i tornanti, e dove si disputa la maratona più antica d'Italia; il nostro Appennino dove si corre l'Ultra Trail; lo splendido impianto da golf; l'Autodromo internazionale, struttura all'avanguardia; il futuro centro ippico a Cafaggiolo. Un territorio a vocazione sportiva, un territorio pieno di storia, arte, bellezze architettoniche e ambientali”.

I sindaci rilanciano e rimarcano il ruolo di territorio cerniera che, per la sua collocazione, il Mugello si trova a poter esercitare nella Città Metropolitana di Firenze con l'area metropolitana di Bologna: “Il Mugello è a metà strada tra Firenze e Bologna, qui ci sono due caselli autostradali (Barberino e Firenzuola). La linea ferroviaria Faentina collega Firenze a Faenza e arriva fino a Ravenna, e questa infrastruttura è strategica, con enormi potenzialità, ma servono forti investimenti e volontà per potenziarla, migliorarla e farne un servizio di trasporto più efficiente. L'aeroporto di Peretola è a pochi chilometri e anche quello bolognese non è distante”.

Il Mugello, dicono i sindaci, “con entusiasmo si associa all'idea lanciata dal sindaco Nardella, con la voglia di mettersi a disposizione e mettere a disposizione, insieme alle nostre realtà, quanto il territorio può offrire relativamente a ospitalità e ricettività, esigenze logistiche e di organizzazione che un evento eccezionale richiede, e, come esposto in precedenza, per le sue caratteristiche, sede di attività e gare sportive. Se l'idea diventasse progetto e tutto si concretizzasse i benefici ricadrebbero anche in Mugello: sviluppo economico, sviluppo infrastrutturale, sviluppo turistico, oltre a miglioramenti per l'impiantistica sportiva dei comuni". Chiosano i sindaci: "E' una sfida ambiziosa. Ma, sarà che siamo terra dei Medici, sfide così non ci spaventano”.