Andare a scuola col mezzo pubblico non è facile a tutti: dipende da dove vivi. Per gli studenti di Reggello è un’Odissea fatta di scambi, orari, coincidenze, più mezzi da prendere, spesso corse inesistenti. E tanto tempo perso per strada. Lo è da sempre, come ricorda chi ha fatto le superiori 20-25 anni fa. Ma lo è anche ora, per chi sceglie di studiare in una Firenze difficile da raggiungere da soli. È ciò che sta per affrontare il figlio della signora Barbara: tra pochi...

Andare a scuola col mezzo pubblico non è facile a tutti: dipende da dove vivi. Per gli studenti di Reggello è un’Odissea fatta di scambi, orari, coincidenze, più mezzi da prendere, spesso corse inesistenti.

E tanto tempo perso per strada. Lo è da sempre, come ricorda chi ha fatto le superiori 20-25 anni fa. Ma lo è anche ora, per chi sceglie di studiare in una Firenze difficile da raggiungere da soli. È ciò che sta per affrontare il figlio della signora Barbara: tra pochi giorni inizierà il primo anno di superiori a Firenze nord.

"Dagli orari pubblicati da Colbus e Acv, non risultano corse da Reggello verso Figline via Montanino, dove abitiamo, prima delle 7 e neanche in direzione contraria tra la 14,25 fino alle 18. Mio figlio dovrebbe prendere il treno delle 7,17 da Figline per arrivare in tempo a scuola, dalla quale uscirà alcuni giorni alle 13, altri alle 14. Quindi spesso fino alle 15 non potrà essere a Figline".

Come fare, se i genitori lavorano e non possono portare i figli su e giù? "Da tempo ci sono richieste di incremento delle corse. Nell’orario ufficiale, è segnalato un bus dalle 6,40 da Reggello (6,49 da Montanino), ma arrivo solo nei periodi "di vacanze scolastiche". Basterebbe estenderlo a tutto l’anno, visto che tra le 7 e le 7,20 ci sono ben 5 treni da Figline per Firenze e per Arezzo".

Ma persiste il problema del pomeriggio con varie ore di buco nei trasporti dalla stazione ferroviaria a Reggello. E ragazzi che rischiano di restare a piedi per un ritardo anche di 5 minuti di uno dei trasporti che devono prendere per poter andare a scuola e tornare a casa. Molti dei giovani che scelgono Firenze come luogo di studi, vanno nella zona sud, in particolare a Bagno a Ripoli.

Per gli altri "non è possibile organizzarsi tra famiglie, a meno che non si abbia la fortuna di avere i ragazzi che frequentano lo stesso plesso scolastico negli stessi orari". Eppure, ricorda la signora Barbara, "lo studio è un diritto, ma anche un dovere fino a 16 anni".

La mamma in queste ore è stata contattata da Colbus che le ha annunciato un cambio di orari col nuovo gestore dal 1° novembre e l’ipotesi di una linea circolare Reggello-Figline al servizio tutto il giorno di pendolari, studenti e cittadini.

Del caso degli orari del trasporto pubblico reggellese hanno promesso si occuperanno i consiglieri regionali e comunali del Movimento5Stelle e della Lega. Manuela Plastina