Il Duomo realizzato con il pan di zenzero. Nel riquadro l'autore
Il Duomo realizzato con il pan di zenzero. Nel riquadro l'autore

Firenze, 31 dicembre 2020 - E' un po' la storia simbolo di queste feste di Natale. Una storia che racconta quanto Firenze sia una città amata dal mondo anglosassone e dagli statunitensi in particolare. E' la storia di Kyle Lowdermilk, 27 anni, impiegato in una galleria d'arte a Phoenix, Arizona. Kyle, per queste Festività 2020, ha ricreato il Duomo di Firenze con il pan di zenzero. Non un semplice modellino, ma una creazione che occupa buona parte del salotto di casa sua. Un omaggio a Firenze, una città per la quale Kyle non rimane certo indifferente.

Grande appassionato di arte, qui ha trascorso un anno della sua vita, nel 2015, studiando allo Studio Arts College International (Saci) di Firenze. "Passare ogni giorno davanti al Duomo per andare a lezione mi lasciava sempre senza fiato - dice Kyle - E per questo Natale ho voluto ricreare il Duomo qui a Phoenix". Costruire case e personaggi con il pan di zenzero è una attività molto in voga negli Usa a Natale. Spesso i supermercati vendono dei kit grazie ai quali costruire casette e pupazzi. Qui invece non c'erano certo libretti di istruzioni: Kyle, aiutandosi con foto e video, ha ricreato interamente il Duomo e il Campanile di Giotto. 

Il livello dei particolari è clamoroso, ma il 27enne non è nuovo a imprese di questo tipo, avendo già riprodotto negli anni scorsi la cattedrale di Notre Dame. E' questo il suo quinto Natale in cui realizza una scultura con il pan di zenzero. Messe le foto e i video del Duomo su Facebook, sono arrivati migliaia di like e condivisioni anche dalla Toscana. Sono serviti 246 pezzi di pan di zenzero per realizzare il Duomo, costruito in un mese. Le vetrate sono state realizzate con lo zucchero. Mentre sono servite otto dozzine di uova, oltre a chili di zucchero e farina per sfornare il pan di zenzero vero e proprio di cui la struttura è stata edificata. Notevole la difficoltà nel realizzare la cupola del Brunelleschi. Difficoltà brillantemente superata, ma le ore di lavoro non sono state certo poche. 

Ma che succederà adesso del Duomo in pan di zenzero? "Per alcune settimane la creazione rimarrà nel salotto di casa - dice Kyle - Ma non vogliamo mangiarlo. L'idea è quello di donare la mia creazione a un ospedale infantile". Una storia di affetto per la Toscana e per Firenze che chiude, in un ideale ponte con l'altra parte dell'Oceano, questo 2020 così tormentato.