Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
3 mar 2022

"Ospiteremo senza limiti i rifugiati"

 Il sindaco Nardella prende posizione al Summit europeo delle regioni e delle città che si sta svolgendo a Marsiglia. "Siamo la chiave per proteggere i valori dell’Unione europea e per sostenerne gli obiettivi"

3 mar 2022
Nardella alla manifestazione per la pace domenica in piazza della Signoria
Il sindaco Dario Nardella
Nardella alla manifestazione per la pace domenica in piazza della Signoria
Il sindaco Dario Nardella

 

Firenze, 4 marzo 2022 - «Abbiamo attualmente duemila e trecento ucraini nel nostro territorio metropolitano e siamo in grado di ospitare tutte le persone che servono. Non abbiamo stime perché purtroppo lo sviluppo della guerra è imprevedibile ma siamo pronti a ospitare il numero che è necessario ospitare senza limiti, perché riteniamo che in questi casi non sia logico o realistico porre dei limiti con uno sviluppo che è del tutto imprevedibile". Lo ha detto il sindaco Dario Nardella al summit europeo delle regioni e delle città (European Summit of regions and cities) a Marsiglia. Il sindaco è presente nella città francese anche come presidente di Eurocities, il principale network che raccoglie le città europee di medie e larghe dimensioni, e come nuovo membro del Cor, il Comitato europeo delle Regioni, e del gruppo del Partito socialista europeo nel Comitato stesso. "Abbiamo attivato una collaborazione con la Croce Rossa di Firenze, che attraverso la Croce Rossa internazionale è in collegamento con la Croce Rossa di Kiev – ha spiegato Nardella rispetto all’accoglienza dei rifugiati ucraini – abbiamo attivato anche un conto corrente per raccogliere risorse dirette e il rapporto di collaborazione che da tempo abbiamo con Kiev ci agevola anche perché gli aiuti arrivino a destinazione. Questo è un aspetto importante gli aiuti devono arrivare presto e devono arrivare a destinazione".

«Ho sentito il sindaco di Kiev Vitalik Klitschko più volte in questi giorni, è ovviamente nascosto, perché è uno degli obiettivi principali delle squadre regolari russe – ha aggiunto – e mi ha detto che hanno bisogno di aiuti immediati, aiuti economici e di beni necessari per la popolazione di Kiev". Nardella ha anche parlato con la commissaria Ue Elisa Ferreira della possibilità di utilizzare i fondi di coesione per i rifugiati. "Come Eurocities, come sindaci europei, appoggiamo la proposta al riguardo del presidente del Comitato delle Regioni Apostolos Tzitzikostas e abbiamo ricevuto da parte della commissaria Ferreira la disponibilità a valutare le modalità. Nel giro di pochi giorni la commissione stabilirà i criteri per utilizzare i fondi disponibili per l’emergenza sociale ci auguriamo di poter avere un accesso diretto e di poter avere comunque un canale di collaborazione diretta con la Commissione, perché è nelle città che si organizza l’ospitalità e nelle città che si agisce rapidamente per accogliere i rifugiati che stanno arrivando dall’Ucraina".

Perché le città, ha sottolineato il sindaco "sono la chiave per proteggere i valori dell’Unione europea e per sostenerne gli obiettivi. Come dimostrato durante la crisi pandemica e ora con la nuova grave emergenza in Ucraina, le città sono capaci di reagire velocemente per aiutare la popolazione più vulnerabile. Adesso, con migliaia e migliaia di profughi ucraini che premono alle frontiere, i sindaci sono già in prima linea sul fronte della solidarietà e dell’accoglienza. Noi siamo pronti".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?