Ponte Vecchio
Ponte Vecchio

Firenze, 31 ottobre 2017 - Ha minacciato di morte una vigilessa e poi ha sferrato un pugno e una pedata a due agenti della Polizia Municipale. L'uomo, magrebino irregolare, è stato arrestato.

Il fatto è avvenuto ieri intorno alle 16 in Por Santa Maria.  Informato il magistrato di turno ha confermato il fermo del giovane. Stamani si è svolto il processo per direttissima per i reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale e per resistenza. Il giudice ha convalidato l’arresto rinviando il dibattimento all'8 novembre.

Una pattuglia della Polizia Municipale, composta da un uomo e una donna, era in servizio a piedi  sul Ponte Vecchio quando ha notato alcuni venditori di poster abusivi tentare di accaparrarsi qualche cliente verso Por Santa Maria.

All’arrivo degli agenti tutti i venditori si sono dati alla fuga verso Vicolo dell’Oro creando anche pericolo per i passanti. Durante la corsa uno di questi venditori, un giovane di origini magrebine, ha iniziato a inveire a voce alta contro la vigilessa minacciandola di morte riuscendo però a dileguarsi nelle viuzze del centro. Tuttavia, grazie alla minuziosa descrizione del giovane diramata via radio, un agente in borghese del Reparto Antidegrado poco dopo ha avvistato il venditore abusivo in Borgo San Jacopo.

L'uomo ha opposto molta resistenza e con un pugno ha colpito in faccia l’agente che, comunque, è riuscito a mettergli le manette anche grazie all’aiuto di altri colleghi arrivati sul posto. Il giovane è stato quindi portato nella sede Reparto Antidegrado dove ha avuto nuovamente uno scatto d’ira e con una pedata ha colpito un secondo agente. 

Dato che non aveva documenti, il giovane è stato fotosegnalato: si tratta di un cittadino del Marocco di 23 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine. I due agenti della Polizia Municipale rimasti feriti: hanno avuto rispettivamente  6 e 7 giorni di prognosi. "Sono vicino agli agenti rimasti feriti mentre era in servizio per mantenere la legalità - commenta l’assessore alla Polizia municipale Federico Gianassi -. A loro voglio rivolgere la solidarietà mia personale e dell’Amministrazione comunale. La lotta all’abusivismo commerciale rappresenta una priorità e ringrazio gli agenti per l’impegno che ogni giorno mettono per combattere questo fenomeno”.