Firenze, 8 settembre 2018 - Tanti amici del ciclismo stretti intorno al giovane atleta che lotta in ospedale. Il corridore del team Mastromarco Sensi Nibali Michael Antonelli, sanmarinese, continua a essere ricoverato in coma nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Careggi di Firenze. L'incidente è accaduto durante l'ultima edizione della Firenze-Viareggio, lungo una discesa in provincia di Pistoia. 

Questa settimana il giovane corridore, classe 1999, è stato sottoposto a numerosi esami tra i quali una risonanza magnetica di oltre tre ore. Tali esami, pur confermando un quadro clinico generale molto grave e complesso, hanno evidenziato però dei segnali interpretati in modo positivo dallo staff medico che tiene sotto stretta osservazione il corridore ormai da 25 giorni, dal 15 agosto scorso giorno del suo ricovero in condizioni disperate dopo l’incidente avvenuto alla Firenze-Viareggio, corsa per under23.

“Ci teniamo a sottolineare - dice il direttore sportivo Gabriele Balducci sempre accanto, assieme al presidente Carlo Franceschi, a Michael Antonelli e alla sua famiglia - che il silenzio degli ultimi giorni non significa che abbiamo dimenticato Michael. Anzi, ogni giorno il nostro pensiero e le nostre energie sono per lui e per la sua famiglia. Il fatto è che vogliamo mantenere la tranquillità e il massimo riserbo attorno a Michael e ai suoi famigliari in questa fase così delicata. Non ci facciamo facili illusioni perché sappiamo bene che la situazione continua a rimanere estremamente complessa. Però le ultime notizie filtrate dallo staff medico che lo ha in cura ci fanno vedere una piccola luce di speranza. Ci sono state delle risposte positive agli esami a cui è stato sottoposto in settimana, cosa inimmaginabile nei primi giorni di rcovero dopo il terribile incidente. Non possiamo sapere come andrà a finire, però dobbiamo continuare a crederci, lottare e fare il tifo per lui”.