Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Melitopol e Bucha, i sindaci a Firenze: "Massacri e distruzione. C'è da ricostruire tutto"

L'incontro nell'ambito di un evento di Eurocities inserito nel programma di The State of the Union

PRESSPHOTO Firenze, Piazza San Firenze, Ex tribunale.  Delegazione di sindaci Ucraini tra cui quelli di Bucha e di Mariupol sono ricevuti da Nardella. Evento Cities as recovery engines for the next generation EU"
Con Mara Carfagna e Elisa Ferreira
 Giuseppe Cabras/New Press Photo
I sindaci di Melitopol (a sin.) e Bucha (New Press Photo)

Firenze, 6 maggio 2022 - In occasione dell'evento 'Cities as recovery engies for the next generation Eu' una delegazione di sindaci ucraini tra cui quelli di Bucha e Melitopol sono stati ricevuti dal sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Proprio Ivan Fedorov, sindaco di Melitopol nel corso del suo intervento "abbiamo bisogno di ricostruire le città con un supporto forte da parte delle città europee, per far sì che la vita europea nasca presto in Ucraina. Le città europee possono aiutarci, ci devono aiutare, anche con dei gemellaggi, delle partnership - ha spiegato Fedorov - Dobbiamo mettere in piedi un sistema per la ricostruzione delle infrastrutture. Chiediamo alla Ue e in particolare ora a Eurocities di contribuire a coordinare questo sforzo di ricostruzione delle nostre città. Eurocities può essere l'organizzazione per riunire i comuni europei che vogliono aiutare le città ucraine. Noi saremmo molto grati se Eurocities accettasse questo ruolo".  

All'evento "Cities as recovery engines for the next generation Eu", riservato alle città italiane ed europee, hanno preso parte anche la commissaria europea per la coesione e le riforme Elisa Ferreira e la ministra per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna, in collaborazione con la rete delle città Eurocities e l'agenzia per la coesione territoriale.

"E' un grande dolore raccontare quello che sta accadendo in questa guerra, dove l'esercito russo sta trattando donne e bambini con violenza, tortura i cittadini, massacri i civili. In un mese di occupazione considerando che Bucha non era un obiettivo miliare sono stati distrutti 1.127 edifici, compresi condomini residenziali". Lo ha detto il sindaco di Bucha, Anatoliy Fedoruk, il sobborgo di Kiev dove è avvenuto uno dei più feroci massacri di civili durante la guerra in Ucraina. 

"I sindaci europei sono pronti a impegnarsi formalmente per il piano di ricostruzione delle città ucraine". Così Dario Nardella, sindaco di Firenze, durante l'incontro. "Oggi - ha proseguito - cominciamo un programma di selezione delle principali priorità per la ricostruzione - ha aggiunto Nardella - Lavoreremo assieme alla Commissione Europea in modo che questa collaborazione tra città europee e ucraine sia governata e segua un piano molto chiaro, temendo conto anche della concomitanza con la guerra".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?