La scena dell'incidente (Fotocronache Germogli). Nel riquadro la vittima
La scena dell'incidente (Fotocronache Germogli). Nel riquadro la vittima

Scandicci (Firenze), 23 settembre 2020 - Ha perso la vita a pochi metri da casa. Marco Cambi, artigiano di 57 anni, ma soprattutto campione di pesca sportiva, è morto ieri pomeriggio a San Vincenzo a Torri per le gravissime ferite riportate dopo l’impatto tra il suo scooter e un furgone Ford Transit.

L’incidente è successo intorno alle 17 sulla provinciale Empolese, tra Cerbaia e San Vincenzo, in prossimità del piccolo borghetto dove l’uomo aveva la sua abitazione. Cambi viaggiava da Cerbaia in direzione San Vincenzo quando, per cause che restano ancora da accertare, si è scontrato con il furgone che transitava in carreggiata opposta. L’impatto è stato terribile, l’uomo è stato sbalzato a terra dove è rimasto esanime. Immediatamente è partito l’allarme al 118 e alla Polizia municipale.

La centrale operativa del 118 ha inviato sul posto un’ambulanza con il medico a bordo. Ma quando dottore e volontari sono arrivati sul posto, hanno solo potuto constatare il decesso del 57enne. Troppo grave l’urto col furgone; l’uomo è praticamente morto sul colpo. Gli agenti della Municipale hanno bloccato il traffico per consentire il recupero del corpo e stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Marco Cambi ha perso la vita a pochi metri dal cancello di casa. Sono stati i suoi stessi vicini a riconoscerlo. Tanto il dolore a San Vincenzo, il 57enne era molto conosciuto. Una persona gentile, sempre disponibile, dedita al suo lavoro e alla sua grande passione, appunto la pesca sportiva.

Una passione che lo ha portato a vincere nel 2016 il Campionato del mondo di pesca al Black Bass da natante. In ragione di questo titolo aveva ricevuto anche il Pegaso d’oro, premio che la Regione concede agli sportivi che si sono distinti nelle varie discipline.

L’incidente riporta d’attualità anche il tema mai sopito della sicurezza sulla provinciale empolese. In quello stesso punto lo scorso anno si è verificato un altro mortale. E tutta la strada, tra Ginestra e Cerbaia è una spoon river fatta di lapidi, lutto e dolore. I residenti aspettano da anni la realizzazione della variante a questa strada, ma anche se i lavori sono ormai piuttosto avanzati, purtroppo non è possibile fermare la scia di sangue. Stavolta è toccato a Marco, il campione gentile, che ha incontrato il destino a due passi da casa.