Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

"L’idea? Tornare sotto casa delle persone"

Gabriella Giorgi, amministratrice della società fondata dal padre che distribuisce quotidiani: "Dobbiamo rispondere a più esigenze"

iacopo nathan
Cronaca

di Iacopo Nathan

"Sono molto contenta che sia stato firmato un protocollo così, capace di dare nuova vita alle edicole". Gabriella Giorgi (nella foto), amministratrice della società Giorgio Giorgi, che distribuisce anche La Nazione, commenta così l’accordo siglato tra il sindaco di Firenze (e coordinatore Anci delle Città metropolitane) Dario Nardella, dal presidente della Fieg Andrea Riffeser Monti e da Andrea Innocenti, presidente Snag nazionale.

L’obiettivo è sensibilizzare i Comuni su alcune misure utili per il rilancio delle edicole. Intanto la riduzione dei canoni per le occupazioni di suolo pubblico, ma anche la possibilità di svolgere servizi anagrafici decentrati per il rilascio di certificati comunali. "Sappiamo che vendendo solo i giornali le edicole non possono più andare avanti – continua Giorgi –, quindi ben venga questo protocollo. L’obiettivo che dovremmo avere tutti noi che lavoriamo in questo settore è riuscire a far riaprire le edicole che hanno chiuso nell’ultimo periodo, e purtroppo anche alcune rivendite molto importanti hanno chiuso i battenti".

Numeri purtroppo non residuali. "Diciamo che sono circa 20 solo nell’ultimo anno – prosegue Gabriella Giorgi –. L’idea che il rilancio delle edicole nasca proprio da Firenze è senza dubbio un motivo di orgoglio e vanto, e il protocollo presentato non può che essere una cosa molto positiva: fa capire che c’è la volontà di andare tutti dalla stessa parte, mettendocela tutta per andare avanti nel migliore dei modi".

Importante la capillarità sul territorio. "Certamente nuovi servizi per le edicole aiuteranno a farle tornare a rispondere a quelle che sono le vere esigenze e il vero compito, ovvero di essere sotto casa delle persone. Più persone entrano nelle edicole e più si riscopre l’importanza di un servizio che deve essere a disposizione dei cittadini, mostrando anche quanto è fondamentale l’informazione vera. Più edicole chiudono e più ci allontaniamo dalla buona informazione, e non possiamo permettercelo. Siamo felici che sia stato presentato un protocollo importante, che può davvero rilanciare tutto il settore".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?