Le spaccate non si fermano. Borgo Ognissanti alza la voce: "La notte mandateci l’esercito"

Il presidente del comitato, Carabba: "Stanchi delle promesse, servono pattugliamenti". Tombino contro la vetrata di una gelateria: "Non prendono nulla e ci fanno un danno".

di Rossella Conte

FIRENZE

Dopo la raffica di furti nel weekend, nella notte tra domenica e lunedì la banda del tombino ha colpito per la terza volta in meno di un anno alla Gelateria B.ice di Borgo Ognissanti. Nonostante le telecamere di video sorveglianza sia interne che esterne, ignoti si sono intrufolati all’interno del locale dopo aver infranto la porta a vetri con un tombino. "Non hanno portato via nulla perché noi non lasciamo denaro all’interno ma resta il danno sia economico che in termini di tempo. Non è più possibile lavorare in queste condizioni, la notte andiamo a letto con la paura che possa succedere qualcosa" sottolinea uno dei titolari Silvano Cecconi. Sul piede di guerra l’associazione Borgognissanti con il presidente Fabrizio Carabba che chiede a gran voce l’esercito "dalle 20 alle 6".

"Passare in macchina non serve a nulla - dice - serve un pattugliamento a piedi, zona per zona. Ora siamo veramente stanchi degli incontri e delle promesse non mantenute". Intanto, la questura sta indagando sull’ondata di furti in esercizi commerciali accertati nel fine settimana. Gli agenti delle volanti, intervenuti in alcuni casi insieme a quelli della polizia scientifica, hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza cittadina, sia pubblico che privato, che nelle prossime ore sarà analizzato. Nella maggior parte dei casi, sottolinea la polizia, i costi di riparazione supera il valore del bottino dei colpi messi a segno. Andando in ordine cronologico, domenica mattina i dipendenti del Sabor Cubano di via Sant’Antonino ha trovato la porta a vetri del suo locale infranta. Al momento mancherebbe all’appello un tablet e qualche centinaio di euro in contanti. Dopo il colpo in un supermercato di via Sant’Antonino e in un locale I Macci di largo Annigoni, nel primo pomeriggio si sarebbero invece accorti di aver subito il furto di un paio di tablet, i dipendenti di un autonoleggio di via Palazzuolo dove era stata forzata la serratura della porta d’ingresso degli uffici. A ricevere la visita indesiderata dei soliti ignoti anche un pub, sempre di via Palazzuolo, dove ieri pomeriggio il titolare si è accorto della mancanza di qualche centinaio d’euro in monete dal fondo cassa. Secondo quanto emerso i ladri sarebbero entrati, in circostanze ancora da chiarire, dopo aver danneggiato la griglia che copre i bocchettoni di aspirazione e parte del muro perimetrale del locale.

Colpito, infine, domenica notte anche un esercizio commerciale in via de Guicciardini dove intorno alle 3 un passante ne ha segnalato al 112 Nue il bandone aperto in modo anomalo. Da un primo riscontro del titolare sarebbe stato portato via un centinaio d’euro in contanti dal registratore di cassa.