Fiamme Gialle in una foto di repertorio
Fiamme Gialle in una foto di repertorio

Barberino del Mugello (Firenze), 21 febbraio 2020 - Otto lavoratori cinesi irregolari (di cui sette clandestini) sono stati individuati in una azienda di Barberino del Mugello. L'azienda, le cui attività sono adesso sospese, lavora minuteria metallica destinata alle pelletterie. I finanzieri della tenenza di Borgo San Lorenzo hanno passato sotto la lente due laboratori artigianali, di cui uno all’apparenza inutilizzato in quanto l’attività era celata dietro pesanti tendaggi scuri posti alle finestre.

All’interno di una delle strutture era stato ricavato anche un piano che, attraverso pareti di cartongesso, ospitava camere di ridottissime dimensioni ove alloggiavano i lavoratori durante la notte. In alcuni casi, i materassi erano anche appoggiati direttamente sul pavimento, tra i tavoli da lavoro.

Le condizioni igienico sanitarie erano precarie. Sono intervenuti a questo proposito anche i tecnici dell'Asl e la polizia municipale. Sono state contestate violazioni anche in campo edilizio, per la presenza appunto delle pareti di cartongesso realizzato senza alcun permesso.