Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
14 mag 2022

La Firenzina pronta a opporsi all’aeroporto

14 mag 2022
gabriele
Cronaca

Gabriele

Canè

La carta vincente sarà il decollo (e l’atterraggio) verticale. Basta solo avere pazienza. Qualche anno, un paio di decenni, e un gigante dell’aria proietterà la sua ombra su un grande piazzale e calerà del cielo. Allo stesso modo si alzerà, e poi via, verso mete nazionali e internazionali. La tecnologia ci sta lavorando, e dunque, non parliamo di fantascienza, ma di futuro prossimo. Ora, però, non conviene dirlo: c’è il rischio che qualche bello spirito chieda addirittura di accorciare la pista del Vespucci. Da qui al giorno felice della calata e della ascesa, occorre invece una pista più lunga. L’iter è ripartito con l’ok dell’Enac. Un fanciullino che nasconde l’età veneranda del progetto, delle polemiche, dei niet. Una lotta che prima, e ancora un po’ adesso, contrapponeva Firenze a Pisa (soprattutto il contrario) in parte superata dal fatto che i due scali hanno un’unica proprietà straniera che non ha memoria della battaglia di Cascina del 1364 e degli strascichi conflittuali tra le due città, ma punta giustamente a uno sviluppo equilibrato di entrambi. Dunque, per quanto riguarda Firenze, nuova aerostazione, e nuova pista, un po’ obliqua per impattare meno (molto meno di adesso) sui centri abitati. Con una domanda, però, un dubbio: è possibile che tutto ciò accada, o quantomeno che accada in tempi ragionevoli, ammesso che dopo 50 anni dal primo progetto si possa ancora parlare di ragionevolezza? Pessimismo? No, realismo. Intanto distinguiamo. La nuova aerostazione ha in effetti buone chance di vedere la luce perché il suo progetto è stato staccato da quello della pista, vero nodo del contendere. Per la pista, appunto, ancora una volta sono fatti loro: del Pd. Giani, Nardella e Bonafè non arretrano. Bene. Ma il partito e i sindaci di area non sono affatto compatti. La manfrina è già ripartita più o meno sotto traccia: tavoli, tavolini, confronti, scontri. Con tutta la Firenzina dei "no" pronta alla battaglia. Contro Firenze e il suo decollo. In attesa di quello verticale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?