Isozaki, nuove scintille: "Figuraccia internazionale". Ma Sgarbi replica a Nardella: "Mi dovrebbe ringraziare"

Guerra fra il sindaco e il sottosegretario, poi entrano in campo i parlamentari. Marcheschi (FdI): "Bella faccia tosta". Gianassi (Pd): "Pensino a governare".

Isozaki, nuove scintille: "Figuraccia internazionale". Ma Sgarbi replica a  Nardella: "Mi dovrebbe ringraziare"

Isozaki, nuove scintille: "Figuraccia internazionale". Ma Sgarbi replica a Nardella: "Mi dovrebbe ringraziare"

Cancellata la Loggia Isozaki ma non le polemiche. Lo scontro tra sindaco e governo si riaccende. Con Nardella che parla di "figuraccia internazionale" e la risposta piccata del sottosegretario alla cultura Sgarbi che dice che lo dovrebbe ringraziare perché "non sarà ricordato come il sindaco della pensilina". Nel mezzo entrano anche i parlamentare con coloriti botta e risposta.

"Il sottosegretario Sgarbi mi ha fatto vedere" il giardino Flora, lo spazio verde all’italiana che potrebbe diventare l’uscita degli Uffizi, dice Nardella. "Bisogna capire, vedere il progetto nel dettaglio", incalza. "Certo che Firenze, con l’annullamento della loggia di Isozaki, che è stato uno dei più grandi architetti del mondo, fa una figuraccia internazionale. Sono deluso. Non ho potere per oppormi alla decisione del governo, ma sono libero di contestarla". Il primo cittadino, quindi, rinforza il concetto: "Non è possibile che Firenze, città dei grandi architetti, da Brunelleschi a Michelucci per passare a quelli dei tempi più recenti, non riesca a realizzare opere assegnate con un concorso internazionale ai grandi architetti contemporanei. Lo fanno Londra, Parigi, Milano, e non si capisce perché Firenze non lo debba fare".

Da Roma non tarda ad arrivare la replica. "Caro Nardella", fare la loggia di Isozaki "sarebbe stata una vergogna per la città e una violenza per il centro storico. Mi devi ringraziare: ti avrebbero ricordato come il sindaco della pensilina. E abbiamo risparmiato 12 milioni". Dopo le parole del sindaco si riaccendono gli animi. E Vittorio Sgarbi sceglie i suoi canali social per rintuzzare Dario Nardella.

E i veleni non si fermano qui. Perché alza il tiro il senatore di Fratelli d’Italia Paolo Marcheschi. "Pretendere di utilizzare i fondi del Pnrr per lo stadio Franchi, secondo il sindaco Nardella, era stata una bella figura? Bloccare invece il progetto della Loggia di Isozaki è, secondo lui, una figuraccia mondiale. Il primo cittadino di Firenze merita davvero un premio per la faccia tosta". Il parlamentare FdI punta il dito contro il sindaco, intervenendo nella polemica. "A causa sua – aggiunge Marcheschi – siamo piombati in un imbarazzo senza pari in Ue e, oggi, non sa, evidentemente, a cosa appellarsi. Dopo vent’anni di amministrazioni di sinistra, durante i quali non sono stati capaci di concludere niente, sanno solo accusare il governo Meloni in carica da un anno".

Di replica in replica a chiudere il palinsesto di giornata è il deputato Pd Francesco Gianassi, sceso nell’agone per difendere il sindaco. "Sono andati al governo un anno fa facendo molte promesse che hanno puntualmente disatteso e anziché governare, a destra passano il tempo ad attaccare tutti i giorni Nardella – incalza Gianassi – Sono diventati il partito del no allo stadio Franchi, no alla loggia di Isozaki, no a tutto".

"Il consiglio dei ministri ha approvato una manovra che non prevede i fondi necessari per la sanità, non affronta né il caro affitti né il caro mutui e il costo della vita è per molti italiani insostenibile – ricara la dose l’esponente dem – Dovrebbero impegnarsi a fare le cose, ma questa destra è lontana dai bisogni dei cittadini e invece di governare passa il tempo ad attaccare i sindaci".

ilaria ulivelli