Firenze, 11 ottobre 2021 – Calo brusco delle temperature, tutti a casa con raffreddore, mal di gola, qualche linea di febbre. Cosa succede, è già arrivata l'influenza? Lo abbiamo chiesto al presidente dell'ordine dei medici di Firenze, Pietro Dattolo.

image

Vaccino antinfluenzale e terza dose covid: cosa c'è da sapere

«In realtà dovrebbe trattarsi di forme virali simil-influenzali. In tanti sono colpiti: a scuola, nei posti di lavoro, anche qualche mio collega. Per fortuna i tamponi fatti risultano tutti negativi – spiega – quindi non si tratta di Covid-19».

Come mai questa epidemia, colpa del freddo?

«Con la vaccinazione usiamo di meno le mascherine, quindi qualche virus che prima non circolava ora circola, agevolato dai repentini cambiamenti di temperatura che facilitano la penetrazione di virus para influenzali nell'organismo».

Quali virus?

«Ce sono più di 300 che provocano sintomi simil-influenzali da raffreddamento», risponde il presidente dell'ordine dei medici di Firenze.

Cosa fare in caso di sintomi?

«Restare a casa, ma andare subito a fare un tampone molecolare. Quello rapido non basta. Anche se infatti probabilmente non si tratta di Covid-19, è bene monitorare costantemente la situazione e verificare che non sia invece una ripresa della malattia, com sta succedendo in qualche parte d'Europa».