Firenze, 1 settembre 2021 - Treni e aerei, scuola e università: il giorno dell’estensione del Green pass a nuove attività – dopo ristoranti, bar e palestre– è arrivato. E mentre sale la tensione per la protesta annunciata dagli oppositori alla misura, prevista alle 14.30 a Santa Maria Novella, un via vai di viaggiatori ordinati è alle prese senza grossi disagi con il nuovo provvedimento preso dal governo Draghi e che riguarda esclusivamente i treni ad alata velocità di Trenitalia e Italo e gli intercity notte.

“Sapere che nel mio stesso scompartimento ci sono solo utenti vaccinati mi dà maggiore sicurezza, è una misura che andava assolutamente presa. E' importante capire chi si ha accanto” spiega Giulia Lorenzoni. Anche per Luca Rozza, il Green pass Day non ha dato particolari problemi: “Nessun disagio, anzi. Ho preso il mio treno e sono sceso. Da oggi mi sento più sicuro”. Lorenzo Ciampi, l'edicolante della stazione, è chiaro: “Penso che questo provvedimento possa essere utile solo se verrà esteso e riguarderà altre attività e settori altrimenti ogni sforzo risulterà inefficace. Mi riferisco ai trasporti pubblici, come gli autobus di linea e la tramvia sempre pieni, o ai ritrovi non autorizzati”.