Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

"Violenza sessuale": il professore a processo per la relazione con la 16enne

Così ha deciso il giudice Agnese De Girolamo. A settembre l’udienza. Il caso nato dopo che un’altra studentessa lo aveva denunciato

stefano brogioni
Cronaca
featured image
featured image
Tribunale (foto d'archivio)

Firenze, 12 maggio 2022 - Lei, era la sua studentessa, all’epoca sedicenne. Lui, il prof. La scuola, il liceo Michelangelo di via della Colonna, mito e prestigio a Firenze. Carezze e baci, evoluzione di quella conoscenza nata in classe e proseguita dopo, saranno ora l’oggetto di un processo per violenza sessuale. Così ha deciso il giudice Agnese Di Girolamo ieri mattina, accogliendo la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla procura nei confronti di un docente di lettere di 52 anni. Dal 16 settembre prossimo, il legale del professore, l’avvocato Gabriele Zanobini, dovrà convincere la seconda sezione penale del tribunale, che quelli non erano atti sessuali, ma soltanto un bel rapporto consolidatosi quando la ragazza aveva già concluso il biennio e non era più neanche sua allieva. "Era una frequentazione basata su interessi culturali comuni", dice il legale. I fatti contestati vengono collocati tra il giugno del 2019 e il luglio del 2020. Il docente, secondo l’imputazione, avrebbe approfittato della sua “autorità“ di insegnante e avrebbe abusato "delle condizioni di inferiorità fisica e psichica" della ragazza, per costringerla "a subire atti sessuali, posti in essere in plurime occasioni e consistiti in abbracci, carezze alle braccia e al collo, toccamenti al seno e baci sulle guance e sulla bocca". Un intrigo pruriginoso, a prescindere da quello che sarà l’esito del procedimento giudiziario. Una storia dai mille risvolti e dalle tante sfaccettature. Basti pensare che la presunta vittima delle attenzioni del docente, rappresentata dall’avvocato Valeria Valignani, per il momento non si è costituita parte civile. E il processo di settembre non sarà che un tassello di un mosaico di una storia che a tratti sembra una commedia all’italiana, e a tratti una raffinata sceneggiatura psicologica. Ma per provare a raccontarla tutta, bisogna riavvolgere il nastro e tornare a quando i bisbigli, adolescenziali ma ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?