Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

"Fermate quelle ruspe a Rusciano Distruggono i nidi degli uccelli"

Esposto dei residenti della zona di via Bendetto Fortini sul pesante sfalcio della vegetazione. Ma il Comune assicura che sono state date disposizioni alla ditta per la salvaguardia della avifauna

Escavatori e motoseghe, trattori trinciatutto e decespugliatori. Da alcuni giorni i residenti della zona fra via del Larione e via Benedetto Fortini hanno presentato un esposto alla Soprintendenza, al Comune e al Quartiere 3, per chiedere che cosa stia accadendo in quei cinque ettari di verde che comprende il parco della Villa di Rusciano.

"Si tratta di una zona - si spiega nell’esposto - tutelata da vincoli paesaggistici e monumentali, con particolare valenza ecologica, come risulta dal vigente regolamento urbanistico del Comune, contenitore ecologico, certificato da un apposito censimento dell’avifauna, effettuato dalla Lega Italiana Protezione Uccelli". La stessa Lipu aveva evidenziato la presenza in quell’are di specie particolarmente rare

Ebbene, protestano i cittadini, possibile che in questa oasi ambientale, si stia “deforestando“ da giorni senza troppo riguardo?

Una ditta incaricata dal Comune "sta procedendo allo sfalcio pesante e alla smacchiatura delle aree boscate con escavatori di grossa taglia che stanno operando una vera e propria “pulizia – proseguono i residenti nell’esposto - che fuor di metafora si concretizza anche nell’abbattimento indiscriminato di nidi di uccelli e di ogni altra forma di presenza avifaunistica, in totale spregio delle norme di legge a tutela delle specie soprattutto nella fase riproduttiva che nel mese di maggio ha il suo culmine".

Da qui la denuncia e la richiesta di un immediato intervento delle competenti autorità di polizia, primi fra tutti i carabinieri forestali, "al fine di accertare e reprimere eventuali reati in corso di esecuzione".

Tra l’altro proprio alla Villa di Rusciano si trovano gli uffici della Direzione Ambiente del Comune. Ed è da qui che arriva la risposta ai dubbi dei cittadini:"I lavori in corso presso villa di Rusciano, approvati dal Comune di Firenze e autorizzati dagli organi competenti (Soprintendenza e Commissione Paesaggio) - si precisa, hanno lo scopo di rendere di nuovo fruibile alla cittadinanza questa parte del parco abbandonata da molti anni. Sono stati rinvenuti e smaltiti rifiuti di vario genere e l’azione di sfalcio e ripulitura è limitata a riaprire le vecchie percorrenze e a liberare i confini per verificare lo stato manutentivo dei manufatti presenti".

Il Comune assicura che prima dell’inizio delle operazioni, adottando una procedura già in uso alla direzione ambiente, "il direttore dei lavori ha impartito apposito ordine di servizio con il quale gli operatori della ditta che svolge i lavori sono obbligati, prima di intervenire con i mezzi e attrezzature meccaniche, a perlustrare a piedi la zona interessata e a non procedere con le lavorazioni in caso di presenza di nidi o pulli".

Olga Mugnaini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?