Dario Nardella
Dario Nardella

Firenze, 20 ottobre 2020 - Test salivari nelle scuole e divieto di stazionamento in alcune piazze fiorentine, quelle dove più spesso possono formarsi assembramenti, soprattutto durante la movida. Sono due dei provvedimenti che dovrebbe prendere il Comune di Firenze di concerto con le altre autorità locali contro il contagio da coronavirus. Lo annuncia il sindaco Dario Nardella

«Oggi - dice il sindaco intervenuto su Rai Uno - abbiamo tenuto il Comitato metropolitano con la prefetta e i 42 sindaci della Metrocittà di Firenze. Abbiamo stabilito i criteri, condivideremo con Asl e prefettura gli interventi, domani avremo il Cosp e porterò una lista di aree dove poter vietare la sosta delle persone per evitare gli assembramenti: saranno aree nel centro storico, anche molto famose, tipiche della movida, come piazza della Repubblica, piazza Strozzi e S.Ambrogio. Ci sarà divieto di stazionamento»

«Nelle scuole - prosegue Nardella - abbiamo trovato un accordo con la Fondazione Cr Firenze e direzione sanità della Regione Toscana per applicare test salivari a tutti i 33mila ragazzi e studenti della città di Firenze, dalla scuola materna fino alla media».

Nardella ha sottolineato che «il tema della scuola viene gestito in collegamento con quello dei trasporti, sono problemi integrati tra di loro». Sui trasporti «abbiamo rafforzato le linee urbane e extraurbane, ma non basta. È un bene che la ministra De Micheli abbia annunciato i 200 milioni di euro, che servono immediatamente: senza soldi non possiamo chiedere alle aziende di aumentare» i mezzi.