Firenze, 27 settembre 2020 - Il countdown è finito: oggi è il giorno di Corri la Vita. L’edizione numero 18, causa Covid, sarà diversa dalle altre e non prevederà la tradizionale corsa cittadina ma chi ha organizzato – come Bona Frescobaldi – assicura che non mancheranno le sorprese. Di certo, non mancherà la certezza di promuovere – attraverso cultura, dirette social e sport individuale – la raccolta fondi destinata a progetti dedicati alla cura e alla prevenzione del tumore al seno. E sarà protagonista la tradizionale maglietta ufficiale, firmata da Salvatore Ferragamo e quest’anno verde militare.

 


Ad avviare la manifestazione sarà il direttore della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galansino, insieme al sindaco Dario Nardella. La madrina è la giornalista Myrta Merlino, il "testimonial grafico" Agnolo Doni, il mercante fiorentino del 16°secolo ritratto da Raffaello Sanzio. Tra gli ospiti che faranno dirette social su Facebook e Instagram attraverso i canali ufficiali dell’evento (ore 9,30, 12, 15 e 18) il biologo vegetale Stefano Mancuso, la cantante Lu Colombo, gli attori Maurizio Lombardi e Serra Yilmaz, lo scrittore Marco Vichi e l’atleta Leonardo Fabbri. L’edizione 2020 sarà divisa in due parti: la mattina con l’esercizio fisico, poi (basterà indossare la maglietta dell’evento ed essersi prenotati) ci sarà lo spazio per visitare gratis più di 55 mete culturali grazie alla collaborazione con l’Associazione Città nascosta. Spazio anche alle premiazioni con il giornalista de La Nazione Duccio Moschella per il contest "La Vetrina più bella per Corri la Vita" e Sara Pagliai per il "Premio Erasmus-Indire". Nelle precedenti 17 edizioni l’appuntamento ha raccolto e distribuito oltre 6,3 milioni di euro, risorse in grado di consentire un’assistenza di qualità a quasi 450mila donne.
 

Niccolò Gramigni