Covid Toscana 8 giugno
Covid Toscana 8 giugno

Firenze, 8 giugno 2021 - Una bella notizia: sprofonda il numero di nuovi casi di Coronavirus in Toscana. Nelle ultime 24 ore sono 90 i nuovi positivi su 14.757 test, di cui 7.020 tamponi molecolari e 7.737 antigenici rapidi.

In Toscana sono 242.659 i casi di positività al Coronavirus.  I nuovi casi sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 230.340 (94,9% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 7.020 tamponi molecolari e 7.737 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,6% è risultato positivo. Sono invece 4.892 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'1,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 5.544, -4,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 374 (12 in meno rispetto a ieri), di cui 84 in terapia intensiva (4 in meno). Si registrano 11 nuovi decessi: 7 uomini e 4 donne con un'età media di 71,6 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Il presidente della Regione, Eugenio Giani, segnala anche come il tasso dei nuovi positivi sia sceso allo 0,61% sul totale dei tamponi e all'1,8% in rapporto alle nuove diagnosi: "Un tasso così basso- commenta il governatore, - non si registrava da 10 mesi. L'incidenza media regionale è di 29 casi ogni 100 mila abitanti: continuiamo così".

L'età media

L'età media dei 90 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (13% ha meno di 20 anni, 30% tra 20 e 39 anni, 38% tra 40 e 59 anni, 16% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più).
 

La mappa del contagio

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (tutti confermati con tampone molecolare). Sono 66.988 i casi complessivi ad oggi a Firenze (31 in più rispetto a ieri), 22.436 a Prato (12 in più), 22.892 a Pistoia (11 in più), 13.282 a Massa Carrara (1 in più), 24.548 a Lucca (4 in più), 29.112 a Pisa (9 in più), 17.406 a Livorno (4 in più), 22.755 ad Arezzo (2 in più), 13.756 a Siena (6 in più), 8.929 a Grosseto (10 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 55 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 17 nella Nord Ovest, 18 nella Sud est.  La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 6.615 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.145, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 8.762 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 7.872, Massa Carrara con 6.996, la più bassa Grosseto con 4.086. Complessivamente, 5.170 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (268 in meno rispetto a ieri, meno 4,9%). Sono 14.117 (266 in meno rispetto a ieri, meno 1,8%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 7.142, Nord Ovest 4.784, Sud Est 2.191).

​I ricoveri e i guariti 


Le persone ricoverate nei posti letto dedicati oggi sono complessivamente 374 (12 in meno rispetto a ieri, meno 3,1%), 84 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 4,5%).
Le persone complessivamente guarite sono 230.340 (359 in più rispetto a ieri, più 0,2%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 230.340 (359 in più rispetto a ieri, più 0,2%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.
 


I morti

 

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 3 a Firenze, 2 a Prato, 2 a Pistoia, 1 a Livorno, 1 a Siena, 2 a Grosseto. Sono 6.775 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 2.185 a Firenze, 590 a Prato, 623 a Pistoia, 523 a Massa Carrara, 660 a Lucca, 697 a Pisa, 414 a Livorno, 488 ad Arezzo, 326 a Siena, 178 a Grosseto, 91 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 184,7 per 100.000 residenti contro il 213,6 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (275,5), Prato (230,4) e Firenze (221,6), il più basso a Grosseto (81,5).

 

Per chi è aperto il portale

Intanto, oggi martedì 8 giugno dalle 17 possono prenotarsi i nati nel 1994 e 1995. Fino al 10 giugno le finestre si aprono di due anni in due anni. Poi dall’11 al 12 di tre in tre. In questo modo, il 12 giugno sarà la volta dei giovanissimi nati nel 2003, 2004 e 2005. Sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it possono registrarsi le persone estremamente vulnerabili, affette da specifiche patologie e/o con disabilità grave. Ancora, prenotazioni aperte per chi è estremamente vulnerabile e per i caregiver, ovvero i familiari o comunque coloro che si prendono cura di persone affette da grave disabilità, che a loro volta si sono già registrati cliccando nell’apposita finestra. Spazio, ancora, alle persone con comorbidità che hanno meno di 60 anni e a tutti i nati dal 1992 al 1941, oltre che gli appartenenti alle professioni sanitarie ed alle forze dell’ordine. Ricordiamo poi che restano sempre aperte le prenotazioni per gli ultra-ottantenni non ancora contattati dal medico di famiglia (ma non ne resta praticamente nessuno).

Vaccino ai maturandi ed a chi si deve sposare

Si possono vaccinare anche gli studenti alle prese, tra pochi giorni, con la Maturità. Per i futuri sposi c'è invece un numero dedicato, lo 055.9077777: chiamandolo si sarà ricontattati dalla Asl per fissare un appuntamento prima delle nozze. Gli strumenti messi a disposizione dalla Regione Toscana, si spiega, garantiscono ampia elasticità nel fissare un appuntamento per più categorie. Per venire poi incontro a chi ha necessità di fare in fretta, ma anche perché nessuna dose avanzata vada sprecata, ci sono le prenotazioni 'last minute’ per le ventiquattro ore successive e proseguono gli open day (over 60), ovvero le aperture straordinarie di alcuni hub dove presentarsi spontaneamente senza aver fatto la prenotazione. L'opportunità può essere utilizzata anche da chi ha bisogno di anticipare la data, già fissata, per la prima dose. Per spostare invece l'appuntamento a media e lunga scadenza al momento ci si deve prima cancellare per poi riprenotarsi.