Firenze, 4 maggio 2021 - «Non sto bene, questa broncopolmonite si fa sentire e domattina sarò spostata nell'ospedale in cui sono già stata e di sicuro in camera non sarò sola. Abbiamo bisogno di tornare in Italia». Lo dice all'Ansa Simonetta Filippini, la donna di Campi Bisenzio ( Firenze) attualmente ricoverata a New Delhi, in India, dopo essere risultata positiva al Covid durante un viaggio per adottare una bambina, con il marito Enzo Galli. Al telefono Simonetta Filippini spiega che il «contagio in India si sta amplificando sempre di più. Ogni minuto è troppo importante». La donna dice che al momento per la sua situazione «non c'è niente da fare: le autorità indiane non mi fanno affittare un appartamento dove fare le cure domiciliari e non ho notizie su voli dall'Italia. Ma io devo partire, non possiamo restare qua». Intanto il marito e la figlia, cioè la bimba appena presa in adozione, sono sempre in attesa in albergo. «Sono disperati - conclude la donna - perché mio marito ha paura per me e non ne può più».

India, appello disperato: "Fateci tornare, se mi ammalo anch'io chi penserà alla bimba?"

 

La telefonata di Giani a Simonetta. "Anche la Farnesina si sta interessando al caso" 

E oggi il presidente della Regione Toscana Giani ha parlato con Simonetta Filippini.  “Ho voluto parlare direttamente con Simonetta per sincerarmi della sua condizioni – spiega il presidente Giani – e mi sono poi sentito con il ministro Di Maio. Anche la Farnesina si sta interessando al caso”. I genitori di Simonetta avevano infatti chiesto un intervento del Ministero degli Esteri per organizzare il rientro con un volo militare: a New Delhi ci sarebbero altri 22 italiani affetti da Covid e impossibilitati a partire e ulteriori settanta in tutto il paese. E’ stata attivata anche la Croce Rossa internazionale. La telefonata tra il presidente Giani e la donna è stata lunga. La paura è che, se le condizioni peggiorassero, la donna di 45 anni possa finire in ospedale. “Lo sforzo, condiviso, che proviamo a mettere in campo – ribadisce Giani - è quello di agevolare il rientro di Simonetta in Toscana, per essere curata qui”.