Firenze, 2 maggio 2021 - "Mia moglie si è aggravata e non sappiamo cosa fare". A parlare è Enzo Galli, marito di Simonetta Filippini: i due, che abitano a Campi Bisenzio, sono rimasti bloccati nell'India sconvolta dal covid, dove si erano recati per l'adozione della loro figlia. Poi sono stati sorpresi dall'ondata di contagi e ora partire è impossibile in un Paese sconvolto dalla pandemia. Molteplici gli appelli che hanno fatto in questi giorni.

"Simonetta - dice il marito in un audio inviato al nostro giornale- si trova in un ospedale ma la struttura è allo stremo. Non sappiamo a chi rivolgerci ma la situazione è molto preoccupante". Con la coppia ci sono altre coppie italiane anche loro in India per l'adozione.

"La Farnesina dice alle nostre famiglie che siamo monitorati e curati - dice Simonetta Filippini in un audio inviato a La Nazione - ma in realtà qui non ci sono farmaci, che sono stati anche richiesti dal console. Ma in realtà non vengono somministrati. Io sto molto male".