Un edicolante
Un edicolante

Firenze, 19 ottobre 2021 -  L’iniziativa promossa da La Nazione e già anticipata sulle pagine della nostra cronaca da qualche giorno continua a raccogliere consensi tra gli edicolanti in città. Il progetto, che vuole incentivare il recupero e il riciclo della carta, limitando i danni per l’ambiente, punta a offrire dei benefit ai lettori più affezionati.
Il via ufficiale è fissato per lunedì 25 ottobre quando nelle edicole verranno distribuite ai clienti delle buste biodegradabili (fornite grazie alla collaborazione con Conad), in cui si potranno conservare le sette copie acquistate nel corso della settimana e che l’edicolante si impegnerà a ritirare il lunedì successivo (il primo novembre).
 

In cambio delle copie restituite in edicola, al lettore verrà consegnata una copia del quotidiano omaggio e una nuova busta per ripetere l’operazione.
Da prodotto di scarto, il giornale si trasforma quindi in valore aggiunto per il cliente, per l’esercente e per l’ambiente che, in primis, beneficerà della riduzione dell’impatto causato dal consumo della carta.
 

In attesa dell’avvio ufficiale, crescono le manifestazioni di gradimento dell’iniziativa: "Siamo molto d’accordo, è una opportunità che ci piace, a cui teniamo e che soprattutto va nella direzione di una battaglia che noi, come edicolanti dei portici, portiamo avanti da molto tempo, quello del rispetto dell’ambiente, ad esempio con la riduzione del consumo di plastica. Già da tempo consegniamo ai nostri clienti i prodotti all’interno di buste di carta e vorremmo ridurre al minimo l’impiego di altri materiali – dice Mattia Ianni, dell’edicola I Portici in via Pellicceria , angolo Porta Rossa –. Ora non ci resta che attendere il via all’iniziativa".
 

La risposta è assolutamente positiva anche in altre edicole, a dimostrazione che la sensibilità in fatto di attenzione al riciclo è alta in città. Il punto vendita dei giornali di Porta Romana ne offre la conferma: "Già stamani alcuni clienti si sono presentati con pacchi di vecchi quotidiani, richiedendo la copia gratis. Non abbiamo dubbi che l’entusiasmo continuerà", fa sapere Francesca Orlandini dell’edicola La Chiesa di via Fabbroni.
 

«Si tratta di un progetto che richiede uno sforzo minimo per noi edicolanti, ma che garantisce un ritorno economico e anche in termini di tutela dell’ambiente. Ben venga e spero che tutti i miei clienti aderiscanoe colgano questa opportunità", commenta Alessandro Fanfani dell’omonima edicola .

Le voci raccolte ieri si vanno a unire al coro sempre più numeroso di edicolanti che manifestano il proprio entusiasmo. Il progetto coinvolge anche la maggior parte delle edicole del centro storico, dal quartiere di Sant’Ambrogio a piazza della Repubblica. Tra queste l’edicola Parrini, Bondi, Piazza Beccaria e di via Martelli.
 

Nicolò Guelfi
Giulia Napolitano