Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Nardella: "No alle case popolari per chi delinque"

"Grazie ai carabinieri e alla procura per gli arresti dei criminali che hanno causato la morte di Duccio Dini. Paghino fino in fondo"

Ultimo aggiornamento il 4 luglio 2018 alle 13:36
Un’immagine di via Canova pochi minuti dopo il terribile incidente che ha concluso l’inseguimento tra alcune automobili condotte da rom dell’accampamento del Poderaccio

Firenze, 4 luglio 2018 - "Grazie ai Carabinieri e alla Procura per gli arresti dei criminali che hanno causato la morte di Duccio Dini. Paghino fino in fondo. Devono lasciare immediatamente le case popolari.

 

 

La Regione Toscana cambi subito la legge con la nostra proposta: niente casa popolare a chi delinque". Lo scrive su Twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella, dopo gli altri quattro arresti di rom da parte dei Carabinieri per la morte del 29enne Duccio Dini. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.