In aumento le operazioni immobiliari: il mercato riprende a tirare
In aumento le operazioni immobiliari: il mercato riprende a tirare
Firenze, 2 ottobre 2021 - Tassi più che abbordabili. Bonus sulle ristrutturazioni di tetti e facciate. E poi c’è l’"effetto lockdown", che ha rivalutato il concetto globale di casa: non più semplice dormitorio dopo la giornata passata in ufficio, ma un luogo che può essere contemporaneamente di lavoro e di svago, come i mesi della pandemia hanno insegnato. Tutti elementi che contribuiscono al fermento del mercato immobiliare. E Firenze non fa eccezione. Lo conferma anche Tommaso Birignani, consulente di rete del gruppo Tecnocasa. "Il mattone è sempre un bene rifugio, ma questo è un momento particolarmente propizio. Dopo il primo spavento delle chiusure,...

Firenze, 2 ottobre 2021 - Tassi più che abbordabili. Bonus sulle ristrutturazioni di tetti e facciate. E poi c’è l’"effetto lockdown", che ha rivalutato il concetto globale di casa: non più semplice dormitorio dopo la giornata passata in ufficio, ma un luogo che può essere contemporaneamente di lavoro e di svago, come i mesi della pandemia hanno insegnato. Tutti elementi che contribuiscono al fermento del mercato immobiliare. E Firenze non fa eccezione. Lo conferma anche Tommaso Birignani, consulente di rete del gruppo Tecnocasa. "Il mattone è sempre un bene rifugio, ma questo è un momento particolarmente propizio. Dopo il primo spavento delle chiusure, le transazioni sono riprese a gonfie vele anche grazie ad alcune condizioni favorevoli".

Ma l’"effetto lockdown", che ha contribuito all’inversione di rotta dopo un decennio di rallentamento, ha fatto cambiare anche le esigenze di single, coppie o famiglie. "Ci sono dei rimbalzi su metrature e grandezze che sembravano ’dimenticate’ - spiega ancora Birignani -. Dopo i mesi passati in casa, le persone hanno rivalutato l’importanza di uno spazio esterno o di un balcone abitabile, o di avere una stanza in più per trasformarla in studio o in ambiente lavorativo in caso di smartworking". Poi, una bella spinta la stanno dando bonus e banche. "I tassi sono ai minimi storici, ci sono mutui ’fissi’ allo 0.600.70. Adesso c’è richiesta anche di case da ristrutturare, grazie agli incentivi del governo. Basti pensare che ci sono liste d’attesa lunghissime per i materiali e trovare una ditta disponibile è un’impresa".

Le zone. Aree di ’’semicentro’’, il Galluzzo, il primo hinterland intorno a Firenze (Scandicci, Lastra, Bagno a Ripoli, Fiesole, Girone), sono state le prime zone a beneficiare dei nuovi ’trend’ abitativi: luoghi dove è più facile ad esempio trovare abitazioni munite dell’ambito spazio esterno, senza al tempo stesso allontanarsi troppo dai comfort e dalle bellezze del centro storico cittadino.

Tuttavia, anche in città l’effetto lockdown si è fatto sentire con qualche ritocco, lieve, dei prezzi nel secondo semestre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. Il top resta la zona tra piazza Savonarola, viale Mazzini e piazza Oberdan, dove un appartamento nuovo con rifiniture di pregio si attesta tra i 5000 e i 5200 euro al metro quadro, con un aumento del valore che sfiora il 5%.

Novoli conferma la sostanziale crescita di pari passo con l’evoluzione del quartiere sia nel nuovo che nell’usato, stabile Gavinana, lieve flessione Isolotto-Soffiano dove comunque per il nuovo si superano i 4mila euro al metro quadro: numeri che proiettano questa zona tra le preferite dal mercato.

E il centro? Qui è più difficile dare parametri stabili, perché i fattori che influiscono sui prezzi di un immobile sono molteplici, e spesso sono variabili addirittura nella stessa strada. L’effetto lockdown sta condizionando però il mercato degli affitti turistici. "I proprietari di appartamenti inseriti in questo mercato si stanno comportando in due modi - spiega Birignani -: o aspettano che passi il momento, oppure cercano un affittuario residenziale". Ma proprio il mercato dell’affitto sembra essere quello che più risente del boom delle compravendite: tendenzialmente, oggi, si preferisce pagare un mutuo ’’conveniente’’ rispetto a un canone di locazione.