L'azienda Braccialini (foto Germogli)
L'azienda Braccialini (foto Germogli)

Firenze, 31 marzo 2017 - Si chiamerà Graziella&Braccialini la nuova società che da oggi rinasce dalle ceneri dell'azienda fiorentina di pelletteria Braccialini, acquisita da Graziella Group di Arezzo, che opera nel settore dell'oro e del lusso (e delle energie rinnovabili). "Siamo alla presenza di una bella storia di un marchio storico che viene salvato da un'altra impresa storica vivace e attiva con un accordo con i lavoratori che prevede il rientro di tutti gli 84 dipendenti rimasti e un impegno delle banche", spiega il presidente della Giunta regionale, Enrico Rossi.

"Una vicenda positiva - aggiunge- che combina idealmente Arezzo con la realtà fiorentina sotto l'insegna della Toscana". Il governatore sottolinea la valenza di un'imprenditoria toscana capace di reggere ai colpi della crisi. "Noi dobbiamo stare vicini e supportare queste realta', che sono l'ossatura fondamentale della nostra economia- prosegue- e che sentono un legame forte con la Toscana e un sentimento di responsabilita' sociale". Dall'altro lato, si sofferma Rossi, "voglio ricordare lo sforzo dei lavoratori, ai quali va tutto l'apprezzamento, per la disponibilita' che hanno dimostrato nella fase di ristrutturazione dell'azienda. Sono cose buone che vale la pena sottolineare". Nell'accordo, tra le altre cose, si stabilisce che la presentazione del piano per il rilancio dell'attivita' aziendale avverra' in Regione, sia come riconoscimento del lavoro fatto, sia come forma di garanzia per la nuova societa'. La stessa Regione mettera' in atto tutte le agevolazioni previste per la formazione del personale e proprio a maggio uscira' il bando per la formazione del personale delle imprese in fase di ristrutturazione che si trovano in aree al di fuori dalle aree di crisi.