Palazzuolo sul Senio (Firenze), 23 giugno 2021 - È stato ritrovato vivo il bimbo di due anni scomparso dalla sua casa a Palazzuolo sul Senio. Lo ha sentito lamentarsi un giornalista Rai che stava facendo un servizio sulla vicenda. Ha quindi dato l'allarme e un carabiniere, il comandante della Stazione di Scarperia, Danilo Ciccarelli, a tirarlo fuori dalla fitta vegetazione. Il piccolo era in fondo a una scarpata. 

image

Il bambino scomarso non era nel suo letto al mattino

L'allarme dei genitori

La scomparsa era avvenuta nella zona di Campanara, a ottocento metri di quota ed è al confine con l'Emilia Romagna. Le ricerche sono scattate nella mattina di martedì dopo l'allarme dei genitori. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco, che hanno messo in moto, come accade nel caso di persone scomparse, l'Unità di comando locale. Con loro anche la protezione civile e il Soccorso Alpino. Centinaia erano state le persone in campo, con anche l'utilizzo di droni.  

Il bambino arriva all'eliporto di Careggi per il trasferimento al Meyer

Il padre e la madre: "Grazie a tutti"

"Grazie a tutti": stremati dopo 36 ore di angoscia, i genitori del piccolo hanno potuto riabbracciare il figlioletto, che dopo il ritrovamento è stato trasferito prima all'ospedale di Borgo San Lorenzo e quindi all'ospedale Meyer di Firenze. Entrambi i trasferimenti sono avvenuti in elicottero. All'ospedale Meyer vengono fatti controlli generali sul bambino, che comunque sta bene e non ha particolari problemi, se non qualche graffio. 

image

Durante la notte ricerche col termoscanner

Intorno alle 21.15 di martedì è sceso il buio nella zona della Campanara e nell'ampia fetta di territorio che viene usata per le ricerche. E aveva perlustrato la zona anche un elicottero dell'Aeronautica dotato di uno speciale termoscanner, in grado di individuare dall'alto esseri umani. Si tratta - viene spiegato in una nota - del primo intervento reale in una missione di ricerca e soccorso per un HH-139B (così si chiama l'elicottero) del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare di Cervia. Il primo sorvolo sull'area selezionata con la termocamera ha dato esito negativo, ma ne verrà fatto un secondo con infrarossi. Un tecnico del Soccorso alpino è a bordo del velivolo dell'Aeronautica con cui viene svolta questa operazione.

"E' un bambino vispo, non sappiamo quanta strada ha fatto"

"E' un bambino vispo, abituato a muoversi già autonomamente e non sappiamo quanta strada possa aver fatto": affranto, così aveva parlato il sindaco di Palazzuolo sul Senio Gian Piero Philip Moschetti. "E' abituato ad uscire dalla casa, a vivere all'aria aperta - spiega il primo cittadino - I genitori lo hanno messo a letto dopo cena. Stamani si sono accorti che non c'era più e hanno dato l'allarme".

Le ricerche col drone

image

Bambino scomparso, il video: ricerche a tappeto

false

 

image

La comunità di Campanara

Il bambino, insieme alla sua famiglia, fa parte di una comunità di persone che vive da tempo in località Campanara, zona remota che ha una scarsa copertura di segnale internet. L'insediamento nacque nel 1984 a opera di alcune persone che, di ritorno da un viaggio in India, proposero un modello di vita alternativo, a contatto con la natura e più distaccato da uno stile di vita moderno. Da allora altre famiglie si sono aggiunte. Sono molte le comunità in Toscana che propongono questo stile di vita, in particolare sull'Appennino Pistoiese