Auto elettrica in Toscana
Auto elettrica in Toscana

Firenze, 24 novembre 2021 – Sono 37.745 le auto elettriche e ibride circolanti in Toscana. Di queste, oltre 32.500 sono ibride e 5.165 elettriche. A dirlo l'analisi di Facile.it e MiaCar.it su dati di inizio 2021 di Aci. Anche se tra il 2020 e il 2021, grazie anche agli incentivi, gli acquisti di auto sostenibili aumentano, i numeri sono ancora minimi rispetto al totale delle vetture. Le elettriche e le ibride rappresentano infatti solo l'1,45 per cento sul totale, una percentuale appena più bassa di quella nazionale, che è dell'1,5 per cento sul totale del parco auto.

La città toscana più green, da questo punto di vista, risulta Firenze, prima nella regione sia per numero di auto in valore assoluto, sia come percentuale rispetto al totale del parco auto circolante. Nel capoluogo toscano, infatti, le auto elettriche e ibride rappresentano l’1,93 per cento del parco auto circolante, per un totale di 15.230 vetture elettriche e ibride. Fanalino di coda è invece Grosseto, con 0,89 per cento di auto green circolanti, per un totale di 1.341 vetture. Rispetto alle vetture green sul totale delle auto, è seconda Prato (1,83%), seguita da Lucca (1,40%), Siena (1,26%), Pisa (1,25%) Massa-Carrara (1,21%) e Livorno (1,20%). Chiudono la classifica la provincia di Pistoia (1,11%), quella di Arezzo (1,06%) e, maglia nera, Grosseto.

In valori assoluti, la classifica regionale delle province con più auto elettriche e ibride vede, dopo Firenze, al secondo posto Lucca (3.673), quindi Pisa (3.503) e Prato (2.931). Continuando a scorrere la graduatoria regionale, a poco distanza tra loro ci sono Arezzo (2.568), Livorno (2.454) e Siena (2.401). Chiudono la classifica le province di Pistoia (2.153), Massa-Carrara (1.491) e, di nuovo, Grosseto.

Numeri piccoli, ma destinati a crescere se si considera che, a livello nazionale, il 38 per cento delle auto immatricolate nei primi 10 mesi del 2021 è elettrico o ibrido. Una percentuale che, se applicata alle immatricolazioni totali rilevate in Toscana nel medesimo periodo, porterebbe il numero di veicoli green presenti sulle strade della regione ad oltre 87mila. La crescente attenzione degli italiani verso i veicoli green è confermata anche dall’indagine commissionata da Facile.it e MiaCar.it agli istituti mUp Research e Norstat, da cui è emerso che quasi 7 automobilisti su 10 comprerebbero un’auto elettrica o ibrida (67,7%). In particolare il 45,1 per cento opterebbe per un’ibrida, mentre il 22,6 per cento per una elettrica.

Perché comprare un'auto elettrica

Spingerebbero all'acquisto di una vettura elettrica la volontà di ridurre l'inquinamento (lo sostiene quasi il 75 per cento del campione), ma anche per risparmiare sul carburante (il 45,1%), mentre il 19,8 per cento la comprerebbe per avere meno limitazioni alla circolazione potendo, ad esempio, accedere alle aree Ztl così come consentito in alcune città d’Italia. Tra le ragioni più diffuse per l’acquisto di un veicolo a basso impatto ambientale, indicata da quasi 1 automobilista su 3, vi è, infine, la paura che presto le auto diesel e benzina non potranno più circolare.

Guardando invece alle risposte di chi si è dichiarato contrario o indeciso, il 68 per cento vede un grosso ostacolo nel prezzo di acquisto, il 43 per cento nello scarso numero di punti di ricarica presenti sul territorio, mentre il 40 per cento nella bassa autonomia di percorrenza di questi mezzi.

Le colonnine di ricarica

Secondo il report di Motus-e, in Toscana i punti di ricarica pubblici sono 1.713, pari a circa il 9 per cento del totale nazionale. Prima regione per colonnine di ricarica è la Lombardia, che da sola possiede il 17 per cento di tutte le installazioni, con 3.326 punti, seguita da Piemonte e, allo stesso livello, attorno al 9 per cento del totale, Emilia Romagna, Lazio, Veneto e Toscana.