Arte e design in vetrina. Si apre Florence Biennale

Alla Fortezza da Basso fino al 22 ottobre mostre, talk, performance e presentazioni

Arte e design in vetrina. Si apre Florence Biennale

Arte e design in vetrina. Si apre Florence Biennale

Rappresentare il trauma e la sofferenza dell’essere, proponendo poi l’arte come una cura al dolore.

L’artista Elisabetta Amoruso interpreta così il tema "I Am You", proposto della XIV Florence Biennale. Mostra internazionale di arte contemporanea e di design, che apre oggi alla Fortezza da Basso e che andrà avanti fino al 22 ottobre.

La manifestazione, con 572 artisti da tutto il mondo, apre al pubblico alle 14 e alle 15, nel Padiglione Spadolini, è prevista la prima performance: si intitola "Blooming womb" (Utero in fiore) e vedrà protagonista la pittrice e performer toscana Elisabetta Amoruso. Attraverso i suoi codici QR, affronta il concetto di nascita e rinascita. Con la sua performance d’improvvisazione chiede al pubblico di lasciarsi guidare e interagire con lei per dare il via alla fioritura dell’utero. Alle 16, sempre nel Padiglione Spadolini, è in scaletta "Flawed euphony", l’attesa performance di Lynn Guo e Viola Panik che ha per tema il body shaming (nella foto). Dice la stessa Panik: "Mentre la performance cresce, la performer mette da parte i righelli, liberata, avvolta dall’abbraccio di sé, amando i difetti e le imperfezioni. Assistendo a questo viaggio, invitiamo le anime di Florence Biennale a imprimere sulla pelle della performer le tenere parole che desiderano dire a se stesse". Alle 17, nel teatro del Padiglione Spadolini, ci sarà la performance di Benazir Ihsan, pittrice espressionista astratta di 10 anni, la più giovane partecipante alla Florence Biennale. Crea dipinti mentre fa ginnastica intorno alle sue enormi tele per far apparire i colori sulla tela sotto forma di movimenti-gesture corporee simili. Alle 18.30 appuntamento con "Color variations", performance dell’artista-compositore Sergio Maltagliati che coniuga arti visive e sonore e un iprogetto di street art, organizzato in collaborazione con Street Levels Gallery e Fercam, azienda della logistica, attraverso il quale le casse utilizzate per la movimentazione di opere d’arte saranno recuperate e trasformate a loro volta in opere d’arte. Infine alle 19 ultima performance dal titolo "Blindsight", con protagonista il Collettivo Karakorum.

Olga Mugnaini