Archivi sanitari abbandonati a Vaglia: le precisazioni dell'Asl

Asl Toscana Centro multata di 50mila euro per documenti abbandonati nell'ex sanatorio Banti di Pratolino. Asl precisa che l'immobile era chiuso al pubblico e non accessibile dall'esterno. Foto inviate al Garante scattate in seguito a ingressi illeciti. Provvedimento Garante non ha a che vedere con uso futuro.

In merito alle foto ed ai video inviati da alcuni cittadini al garante della Privacy, dalle quali è poi scaturita l’inchiesta che ha portato a una multa da 50mila euro a carico di Asl Toscana Centro per la presenza di documenti abbandonati nell’ex sanatorio Banti di Pratolino, Asl precisa che l’immobile è sempre stato chiuso al pubblico e non accessibile dall’esterno. "Negli ultimi anni - spiega una nota - la Asl Toscana Centro ha compiuto ripetuti sforzi per recintare e proteggere la struttura ex Sanatorio Banti dall’ ingresso di vandali e curiosi che esponendosi a rischi hanno girato illecitamente video e addirittura servizi fotografici, spesso anche a scopo di lucro". Specificando che anche le foto inviate al Garante sono state scattate "in seguito a ingressi illeciti oltre che molto pericolosi". Asl ricorda anche che "il provvedimento del Garante nulla ha a che vedere con le condizioni strutturali dell’edificio né tanto meno con il suo uso futuro". Ricordando infine che con l’avvocatura si stanno valutando le azioni da intraprendere.

N. D. R.