Carabinieri

Campi Bisenzio (Firenze), 9 novembre 2018 - Un banale incidente domestico si è trasformato in tragedia, a Campi Bisenzio. Qui, ieri pomeriggio, Erina Bassi, classe 1932, è stata ritrovata morta nella sua casa di via San Rocco, in un lago di sangue. Secondo le prime ricostruzioni, pare che l’anziana abbia perso l’equilibrio finendo a terra. Nella caduta avrebbe rotto una bottiglia di vetro, che forse aveva in mano: sarebbe quindi finita sui frammenti che le avrebbero provocato un taglio profondo alla gamba e una notevole emorragia. Da capire l’esatta tempistica dei fatti: se la morte sia dovuta alla caduta o al dissanguamento. A scoprire la drammatica fine della donna, che viveva sola, è stata una parente che si è insospettita del fatto che l’anziana non rispettasse l’appuntamento che avevano fissato.

Verificato che la porta era chiusa dall’interno, la donna ha allertato i soccorsi. Sul posto è arrivata la Misericordia di Campi con il medico, poi i vigili del fuoco e i carabinieri di Campi e della compagnia di Signa. I vigili del fuoco di Calenzano sono entrati per primi in casa passando da una finestra, dopo aver rotto un grosso lucchetto che l’anziana teneva alle sbarre. A quel punto i soccorritori del 118 sono corsi nell’appartamento, ma per la donna non c’era più niente da fare. I carabinieri hanno verificato che la casa fosse in ordine e che non fossero entrati estranei. Esclusa quindi qualsiasi aggressione. Il magistrato di turno ha disposto la restituzione della salma ai familiari senza richiedere l’autopsia.

Barbara Berti - Lisa Ciardi