Firenze, 28novembre 2020 - "Seguiamo con attenzione e preoccupazione le terribili immagini dell'alluvione nel Nuorese. Esprimiamo tutta la nostra vicinanza ai familiari delle vittime e a chi sta subendo danni. Firenze è pronta ad aiutarvi". Così il sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un post su Twitter.

E' di tre morti e due dispersi il bilancio, al momento, del nubifragio che si è abbattuto su Bitti, centro in provincia di Nuoro. Le vittime sarebbero una coppia di anziani sorpresa dall' alluvione in paese e un allevatore che, alla guida di un pick up, è stato travolto da un'ondata di acqua e fango nelle campagne del paese. Altre due persone risultano ancora disperse e si teme che il bilancio delle vittime possa aumentare. Bitti, investita dalle violente piogge sin dalle prime ore del mattino, e' tuttora isolata: manca l'energia elettrica e sono saltate le comunicazioni telefoniche. Il sindaco Giuseppe Ciccolini, che ha avuto le prime drammatiche informaioni di persona dai suoi concittadini, è in costante contatto con la protezione civile tramite una postazione radio allestita da un'associazione di volontariato.

Il primo cittadino, che parla di evento quattro volte superiore di quello che colpì Bitti nel 2013 causando un morto, ha chiesto ai suoi compaesani di non abbandonare le case e men che mai di allontanarsi dal paese. Sul posto, dove si è concentrata la macchina della protezione civile, è stata inviata la colonna regionale dei vigili del fuoco, oltre a uomini del corpo forestale, dell'agenzia regionale Forestas e volontari.

La situazione è delicata anche nei paesi della Bassa Baronia, da Galtellì a Orosei, sempre nel Nuorese. Nei due comuni i sindaci hanno deciso per l'evacuazione delle famiglie che abitano vicine al corso del Cedrino e di quelle che vivono in campagna. Su richiesta delle autorità di protezione civile si procede proprio in queste ore anche allo svuotamento di parte dell'acqua invasata nel bacino di "Pedra ' Othoni", tra Galtellì e Dorgali, per evitare che tracimi e allaghi ulteriormente la pianura. Stamane, in provincia di Nuoro, inoltre, dalle prime ore del mattino, a causa dei temporali della notte, si sono registrati diversi disagi per strade chiuse a causa di allagamenti e frane.

Il presidente della Regione Christian Solinas sta seguendo in costante collegamento con la protezione civile regionale le operazioni di soccorso. Il governatore sardo ha manifestato "la propria vicinanza alle comunità colpite e il più profondo cordoglio per le vittime", assicurando "il tempestivo intervento della Regione per il ristoro dei danni".