HitoTeMa installazione artistica
HitoTeMa installazione artistica

Barberino Tavarnelle (Firenze), 28 novembre 2020 - Due luoghi, Valdelsa e Giappone, lontani ma uniti. Due comunità che rievocano percorsi analoghi nel loro vissuto storico, due siti culturali che investono nelle potenzialità comunicative dell’arte contemporanea come strumento di interazione virtuale e chiave di lettura della contemporaneità. Il Giappone e la Valdelsa fiorentina lanciano un inedito ponte nel web che promuove e valorizza obiettivi e contenuti dell’installazione HitoTeMa, firmata dall’artista Ryota Shioya.

Viaggiando idealmente da un capo all’altro del pianeta, le antiche città di Ibaraki e Semifonte attivano un legame sociale e culturale di ampio respiro, un’eco fatta di segni e gesti simbolici, necessari a costruire nuovi modi di creare identità e relazioni interpersonali, nel difficile momento dell’emergenza sanitaria che interessa la comunità mondiale.

Non una ma mille strette di mano, realizzate fisicamente con palline di argilla cotte in forno, forgiate nell’incavo delle mani, tra pollice e indice, lasciano traccia di sé e diventano opera d’arte. HitoTeMa, presente sia all’interno della Cappella di San Michele Arcangelo (Cupola di Semifonte) che nel Museum of Modern Art di Ibaraki, invita a salutare un’era e ad accoglierne una nuova, connotata dagli effetti e dalle conseguenze della pandemia, esorta a vivere una quotidianità che non sarà più la stessa, lasciandosi alle spalle i comportamenti e i modi di essere che il Coronavirus ha mutato irreversibilmente.

L'installazione, nata da un'iniziativa ideata e organizzata dalla Pro Loco Barberino Val d’Elsa Gruppo Achu, in collaborazione con la Pro Loco di Certaldo e il supporto dei Comuni di Barberino Tavarnelle e Certaldo, sarà ospitata fino al 13 dicembre all’interno della Cappella di San Michele Arcangelo a Semifonte, in contemporanea presso il Museum of Modern Art di Ibaraki e sarà possibile visitarla solo virtualmente.

“Troviamo che tante siano le analogie – dichiarano i promotori - tra il saluto di "HitoTeMa", l’addio degli abitanti di Katsurao alla propria città e alla città termale di Yanaizu, vittime del catastrofico terremoto del 2011, e gli abitanti di Semifonte costretti a lasciare le loro case dopo la distruzione imposta dai fiorentini nel 1202. Un tema che ricorre nel presente e un importante messaggio che si lega all’emergenza sociale, oltre che sanitaria, indotta dal Coronavirus, che ha modificato le relazioni tra le persone. HitoTema, in questo senso, rappresenta un saluto ad un mondo di relazioni e di comportamenti che non c’è più”.


Ilaria Biancalani