Stelle cadenti (Alive)

Toscana, 10 agosto 2018 - Fate mente locale su tutti quei desideri impossibili che avete accumulato durante l’anno. Quelli che avete pensato ‘ora lo chiedo per San Lorenzo’. Perché stasera ci siamo, è il momento di sgranare gli occhi – magari in collina, lontano dalle noiose luci di città – ed esprimere a più non posso sogni, desideri e fantasie che altrimenti ci vorrebbe la lotteria.

«E infine uscimmo a riveder le stelle», avrebbe detto Dante Alighieri (si narra che il suo desiderio fosse ‘uscire da questo inferno’). L’occasione di godere di una vista privilegiata della volta stellata e delle Perseidi – le gocce luminose pronte a solcare il cielo – si potrà avere sul mare come in collina. E in luoghi deputati per eccellenza, come l’osservatorio polifunzionale del Chianti perfetto per ammirare la Via Lattea a poco più di mezz’ora da Firenze (info 333 1192517).

Ma attenzione, non confondete le stelline con quel puntino in movimento che appare e scompare ogni 90 minuti – se l’orbita è congeniale –, basta scaricare una app per scoprire e intercettare il passaggio della Stazione Spaziale Internazionale. Quindi: non barate. Spesso l’inquinamento luminoso – ovvero l’eccesso di illuminazione che compromette la visione nitida della volta celeste – complica un po’ le cose, ecco perché è sempre consigliabile consultare sul web le ‘mappe del buio’ prima di imbracciare cuscino e asciugamano.

Il picco massimo del fenomeno – comunque – si verificherà la notte tra domenica e lunedì, tra la mezzanotte e le prime ore dell’alba di lunedì, intorno alle sei del mattino: lo sciame luminoso comparirà generoso. A Livorno si potrà fare un tour dei fossi medicei speciale in collaborazione con Asla Astronomia. Dopo l’imbarco alle 21.30, alle 22.30 ci sarà l’osservazione della volta celeste e delle costellazioni insieme agli astronomi (info: 333 1573372).

A Siena, con ‘Calici di stelle’, questa sera l’appuntamento è al Museo civico Torre del Mangia in piazza del Campo dalle 21 fino a mezzanotte. Tra degustazioni di vini, musica e osservazioni astronomiche. In Garfagnana il panorama è assicurato e la visuale libera pure. Alla riserva naturale dell’Orecchiella in Garfagnana, domani alle 21, si potranno osservare svariati oggetti celesti: Marte, Saturno e Giove oltre alle stelle cadenti sotto un cielo libero da luci artificiali. In fondo, basterà armarsi di buono spirito di osservazione e contornarsi di un rilassante silenzio: anche in città, con un po’ di fortuna, si può avvistare qualche lucina sulla quale imbarcare un sogno. Non costa nulla e fa bene al cuore.

Irene Carlotta Cicora