Taglio nastro Mostra Elettrotecnica
Taglio nastro Mostra Elettrotecnica

Firenze, 27 marzo 2019 - E' stata inaugurata alla Fortezza da Basso di Firenze, la quarta edizione di Mostra Elettrotecnica, la kermesse promossa e organizzata da MEF Distribuzione Materiale Elettrico che, con le sue sette aree espositive tematiche all'interno del Padiglione Spadolini - automazione, termoidraulica, attrezzature, illuminazione, impianti speciali, elettrotecnica e risparmio energetico – si connota come uno dei più importanti eventi espositivi di settore su scala nazionale.

A tagliare il nastro della rassegna, a fianco della famiglia Giaffreda l'Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re. Presenti gli studenti, un vero e proprio esercito di circa 2000 ragazzi provenienti da tutta Italia e iscritti agli Istituti Tecnici e Professionali a indirizzo elettronico ed elettrotecnico.

“Mostra Elettrotecnica non è solo una manifestazione fieristica commerciale - ha affermato Cecilia Del Re, assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze – ma ha dentro anche un aspetto culturale, tanto che l'artista, Felice Limosani, ha realizzato una proiezione video alla quale tutti i visitatori possono assistere, a dimostrazione che questo settore ha sì un indotto commerciale importante ma serve anche per declinare, con nuovi linguaggi, quella che è l'arte; d'altronde Firenze è la città dell'arte e dell'artigianato e quindi nella mostra promossa da MEF, che è un'azienda storica con lo spirito di una start up, si condensano questi due aspetti per dialogare sempre più con il mondo contemporaneo. Un grande grazie quindi per la quarta edizione di questa manifestazione, che quest'anno va di scena alla Fortezza da Basso, con più di 160 operatori e 2000 studenti, ai quali la rassegna offre l'opportunità di conoscere dal vivo il mondo del lavoro in questo ambito”.

Soddisfazione espressa anche da Eugenio Giani. “La Mostra che MEF organizza rappresenta un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale, sui prodotti più aggiornati e più moderni dell'elettronica ma non solo. MEF è infatti nata grazie alla laboriosità e alla visione imprenditoriale della famiglia Giaffreda e a poco a poco si è aperta a una vocazione internazionale incrociandosi con una grande multinazionale del settore. In un'epoca in cui le vere infrastrutture sono quelle digitali e quelle legate alle nuove tecnologie, indubbiamente è una rassegna che ha un'importanza cruciale. Lo vediamo da un lato dalla grande presenza dei giovani, preceduta da un lavoro capillare nelle scuole, che riesce a offrire la dimensione che in questo mondo il lavoro si può trovare e può essere di grande qualità. Dall'altro ci sono poi gli espositori che hanno di questo appuntamento l'immagine di un “Pitti dell'elettronica”. Tutto questo è un vanto per la città e per la nostra regione” - ha dichiarato il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana.

“Con lo sbarco nella Fortezza da Basso – ha detto Daniele Giaffreda, responsabile commerciale e marketing - Mostra Elettrotecnica fa un salto di qualità e inizia un nuovo ciclo. La manifestazione è infatti cresciuta negli anni in modo impressionante, fino a diventare la prima fiera commerciale di settore in Italia. Adesso l'obiettivo è quello continuare in questa crescita, andando oltre al business. Ci stiamo adoperando per questo con tantissime attività e stiamo integrando alcune parti che ci serviranno per far diventare la Mostra un riferimento assoluto per tutta la nazione”.

Da oggi dunque e fino al 30 marzo, “Electric Love”, il claim e il messaggio che MEF vuol lanciare al pubblico in questa quarta edizione di Mostra Elettrotecnica, la farà da padrone alla Fortezza da Basso, insieme a innovazione, ricerca e sviluppo.

Le prime tre giornate saranno riservate a impiantisti, progettisti, architetti e associazioni di categoria, mentre l'ultimo giorno, sabato 30 marzo, le porte della Fortezza da Basso si apriranno anche al vasto pubblico (previa registrazione gratuita su www.mostraelettrotecnica.it), che avrà così la possibilità di prendere visione dei prodotti più innovativi e delle più recenti soluzioni tecnologiche. Fra i grandi protagonisti di Mostra Elettrotecnica, gli studenti di oltre 30 Istituti Tecnici e Professionali a indirizzo elettronico o elettrotecnico, che quest'anno per la prima volta provengono da tutta Italia. A loro, tra febbraio e marzo, MEF ha garantito una specifica formazione sul tema del risparmio energetico, in collaborazione con Cetri-Tires, che potrebbe valere per due di loro, i più meritevoli, l'assegnazione di altrettanti tirocini retribuiti in azienda, da 2 a 6 mesi.
Una formazione, quella effettuata da MEF, che non è sfuggita neppure al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca che ha indirizzato una lettera, firmata dallo stesso Ministro Marco Bussetti. Nella missiva oltre a complimentarsi per Mostra Elettrotecnica, il Ministro afferma: “Apprezzo l'attenzione che rivolgete alle nuove generazioni e vi ringrazio: è importante aprirsi a loro perché è così che possono entrare in contatto con il tessuto produttivo del Paese e conoscere il mondo del lavoro (…).”.

Da segnalare il padiglione Cavaniglia, che per l'occasione diventa “MEF Gallery”, nel quale troneggia l'installazione “Pensieri Illuminati” creata da Felice Limosani,