La bottiglia interpretata dall'architetto Leonardo Zorzet
La bottiglia interpretata dall'architetto Leonardo Zorzet

Firenze, 26 giugno 2019 - Fuoriluogo giunge con Bubbles alla sua nona edizione. Dopo aver decorato, decontestualizzato e trasformato completamente wc e bidet nelle prime quattro edizioni, dopo aver reso la sala da bagno Pret a porter, stampandola su preziose pashimine in Fuoriluogo Pret a Porter, e dopo aver decorato le etichette di bottiglie di vino rosso in Magnum, nell’edizione 2019, architetti, designers, pittori e creativi sono stati chiamati ad interpretare l’etichetta di bottiglie di spumanti toscani, ovviamente a tema Fuoriluogo, con la sala da bagno cioè come protagonista. Nel suo complesso, in un suo dettaglio, disegnata, dipinta o fotografata. Questa volta però su delle bottiglie di spumante.

Tante etichette, una diversa dall’altra, ironiche, eleganti, divertenti, irriverenti.
Nove prestigiose cantine, tre bottiglie ciascuna. Ognuna interpretata da un artista diverso. Ventisette pezzi unici che saranno battuti all’asta a favore di File, Fondazione Italiana di Leniterapia. Ironia, creatività, prestigiose aziende vinicole e solidarietà, nello scenario della Serra Grande delle Serre Torrigiani. La mostra, organizzata da Simona e Maurizio Chiessi, creatori del Movimento Fuoriluogo, aprirà agli invitati giovedì 4 luglio alle 19. L’asta inizierà alle 20. Si può accedere su invito o registrandosi al link: www.fuori-luogo.net/bubble-rsvp.


Ecco tutti gli artisti coinvolti: Lorenzo Barbieri, Olimpia Benini, Arabella Bettazzi, Filippo Burresi e Francesca Viacava, Silvia Cardini, Luigi Fragola, Cristina Galardi, Francesca Guicciardini, Sven Hebeler, Selvaggia Lensi Orlandi, Giulia Leoni, Olivia Magris, Generoso Matteis, Francesca Nuti e Alessandro Pretini, Matteo Parrini, Guido Pelagallo e Maria Chiara Zecchin, Maurizio e Teresa Pettini, Giulio Picchi, Ghigo Poccianti, Simone Speciale, Germana Torelli, Ippolita Zetti e Maria Sole Fantacci, Leonardo Zorzet, Marco Giachetti, Luca Simonetti, Angela e Laura Benfante, Ginevra de Renzis e Nicolò Bernardini.
 

Rossella Conte