Firenze, 15 settembre 2018 - Ritorna puntuale sabato 15 settembre la festa a Brozzi. E' questa la dodicesima edizione della festa medievale nel Borgo. L'apertura della festa sarà nel primo pomeriggio (15.30 circa) e la conclusione dei festeggiamenti in tarda serata (23). La manifestazione proporrà ai visitatori una serie di attrattive e divertimenti per tutti i gusti: spettacoli, cortei, giochi, concerti, performance artistiche, rievocazioni storiche ed ogni genere di svago. Sarà infatti possibile assistere al passaggio di cortei di personaggi in armature e vestimenti d'epoca ed alle esibizioni di valenti sbandieratori, ammirare rappresentazioni teatrali di vario genere, lasciarsi emozionare da musiche e balli medievali, farsi trascinare dalle performance di artisti di strada e trampolieri. In particolare, come tradizione vuole, sarà possibile assistere alla parata del prestigioso Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ed all'esibizione dei Bandierai degli Uffizi (ore 16,30), proprio quelli ufficiali del Calcio Storico Fiorentino.

Dopo la buona riuscita della scorsa edizione, un'altra gradita conferma nel programma dei festeggiamenti sarà, a grande richiesta, la rievocazione di un vero e proprio sposalizio medievale in piena regola, momento clou della Festa, rievocazione che coinvolgerà un gran numero di figuranti e si articolerà, a partire dalle ore 18, in varie attività, tra cui il corteo della sposa, l’incontro con lo sposo, la stipulazione del contratto di matrimonio innanzi al Notaio, la benedizione vescovile e la scoppiettante festa di nozze. La festa abbonderà di occasioni di svago e divertimento soprattutto per i più giovani visitatori, che saranno chiamati a mettere alla prova i propri riflessi con alcuni giochi d'abilità e di destrezza d’ispirazione medievale, quali il sempre apprezzato ed affollatissimo gioco de I' Bischero a Mollo, gli ormai consueti Giostra del Saracino, Stiaccia la Noce e Gioco del Castello, i nuovissimi passatempi dell'istallazione Gioca la Piazza e molti altri.

I bambini potranno poi dimostrare il proprio coraggio osando penetrare nel tetro e fumante Antro della strega Checca, familiarizzare con i fondamentali dell'antica tecnica arcieristica del tiro con l’arco storico, nonché sperimentare con le proprie mani alcune arti e professioni ormai perdute: ad esempio presso la Schola dei giovani amanuensi essi potranno apprendere i rudimenti della calligrafia medievale, presso il laboratorio di lavorazione della creta denominato Gilfino il giglio fiorentino potranno invece prendere manualmente confidenza con la realizzazione di manufatti di argilla, mentre alla postazione del cordaio potranno provare a realizzare una vera corda di canapa. Inoltre ci saranno ben due postazioni del Teatro dei Burattini, una in Piazza Primo Maggio e l'altra nella piccola corte al civico 421 di via di Brozzi (questi gli orari 17,15; 17,45; 18,45; 19,15), dove i nostri giovanissimi ospiti potranno assistere nel pomeriggio a ben sei rappresentazioni di burattini e marionette.