Dario Nardella, sindaco di Firenze  (New Press Photo)
Dario Nardella, sindaco di Firenze (New Press Photo)

Firenze, 31 maggio 2019 - Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha scelto la giunta che guiderà Firenze per i prossimi cinque anni. Dieci assessori: sei sono le conferme, ma con diversi cambi di delega, e quattro le novità. Cristina Giachi sarà ancora vicesindaco con deleghe a protezione civile, anagrafe, avvocatura, toponomastica. Confermati anche Cecilia Del Re (si occuperà di urbanistica, ambiente, agricoltura urbana, tutela del territorio, turismo, fiere e congressi, innovazione tecnologica e servizi informativi), e Stefano Giorgetti (infrastrutture, lavori pubblici, mobilità e trasporto pubblico locale). Restano in giunta anche Federico Gianassi (ma con deleghe a bilancio, partecipate, commercio, attività produttive, rapporti col Consiglio comunale), Andrea Vannucci (ex assessore allo sport ora si occuperà di welfare e sanità, accoglienza e integrazione, associazionismo, volontariato, casa, lavoro, sicurezza, lotta a solitudine e tradizioni popolari) e Sara Funaro (avrà le deleghe a educazione, università e ricerca, formazione professionale, diritti e pari opportunità). Tra le novità quella di Tommaso Sacchi, ex responsabile della segreteria della cultura di Palazzo Vecchio, che si occuperà proprio di cultura e bellezza della città. Poi l'ex direttore della Caritas di Firenze Alessandro Martini cui toccherà organizzazione e personale, patrimonio non abitativo, efficienza amministrativa, quartieri, rapporti con città metropolitana, partecipazione, cittadinanza attiva, beni comuni, rapporti con confessioni religiose, cultura della memoria e legalità. Infine, Marco Del Panta Ridolfi, ex ambasciatore italiano in Svizzera, avrà le deleghe a relazioni internazionali, politiche europee, cooperazione allo sviluppo e attrazione agli investimenti.

Il più giovane componente della giunta è Cosimo Guccione, che si occuperà anche di politiche giovanile e di tutto quello che succede "nella città della notte". Il sindaco Dario Nardella si è tenuto le deleghe all'attuazione del programma, pianificazione strategica, statistica e smart city.