Il sindaco Mangani
Il sindaco Mangani

Montespertoli, 11 febbraio 2019 - Vita più dura per criminali e vandali che abbiano intenzione di agire a Montespertoli. Un sistema di videosorveglianza li tiene d’occhio. Sistema che andrà presto a pieno regime. Adesso il Comune ha impegnato a favore di Consiag Servizi Comuni 102.846 euro per il servizio di realizzazione e attivazione del sistema di videosorveglianza nel periodo dal 2019 al 2021. L’aggiornamento del sistema ha riguardato l’installazione del nuovo server di registrazione con posa di fibra ottica dedicata nell’archivio di viale Matteotti anziché nei locali della polizia municipale, perché lo spazio individuato all’inizio non è sufficiente per l’installazione del server in sicurezza. Seguirà il collegamento al server della telecamera posta all’angolo tra piazza del Popolo e viale Matteotti tramite scavo e posa di nuovo cavo; quindi l’installazione e configurazione di una nuova telecamera a tre ottiche da 3 megapixel in quanto una delle telecamere già in loco si è guastata.

Nei mesi scorsi c’erano stati ulteriori aggiornamenti come l’installazione di una nuova telecamera davanti al comando della polizia municipale; un’altra telecamera in via Sonnino all’angolo con via Martini per avere una copertura dell’incrocio e della catena automatica installata recentemente in via Sonnino (siamo in pieno centro storico);l’installazione e configurazione di una nuova telecamera al posto di quella già esistente che si trovava in piazza del Popolo angolo con via Taddeini in quanto anche in questa circostanza quella precedente si era guastata.

Ora tutto sta andando a regime, si stanno utilizzando, come si è visto, le tecnologie più avanzate, e quindi Consiag avrà la gestione dell’intero sistema di ‘occhi elettronici’ per tre anni. Ogni zona sensibile del centro è sorvegliata dai sensori. Il motivo, come di consueto, è da ricercare nella prevenzione rispetto ad atti criminali. Ma la rete di telecamere può altresì fornire informazioni preziose nel caso malaugurato che accada qualche fatto illecito nell’area urbana. La videosorveglianza rileva situazioni illegali sotto il profilo del traffico. E’ un controllo ad ampio raggio, dunque, che va anche incontro alle richieste della cittadinanza inerenti la sicurezza.

Andrea Ciappi